EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cani venduti via Web scontati e con diritto di recesso e garanzia

 400.000 animali in maggioranza cuccioli di cani e gatti venduti via web, spesso a rate per un giro di affari di almeno 130 milioni di euro. Questi sono i numeri delle vendite online di animali, un vero e proprio giro di affari al quale da diverso tempo viene applicato anche un meccanismo di finanziamento all’acquisto da parte di finanziarie specializzate quasi si trattasse di acquistare a rate un’automobile o un elettrodomestico. Ora dopo l’acquisto a rate sono sempre di più i siti di vendite online che applicano anche nell’acquisto di animali (dimenticando che si tratta di esseri vivi e senzienti) il diritto di recesso: “con raccomandata da inviare entro sette giorni e restituzione dell’animale attraverso trasporto ordinario”, al quale si unisce il diritto di garanzia sulla salute dell’animale per il periodo massimo di un anno in questo certificato di garanzia inoltre c’è scritto senza mezzi termini che “qualora l’animale presentasse malattie o difetti congeniti la cui responsabilità è da far risalire all’origine potrà entro il termine di un anno essere sostituito con altro animale di egual valore”. Appare evidente che siamo all’aberrazione pura. Se teniamo conto che buona parte dei cuccioli specialmente di cani acquistati via web, provengono da allevamenti dell’Est Europa dove i cuccioli vengono tolti dalla madre anzitempo proprio per poter essere messi in vendita in particolari occasioni (vedi le festività natalizie) possiamo sostenere che almeno il 10% di quegli animali presentano “vizi di forma” vale a dire malattie per i quali chi li acquista volendo può invocare il diritto di garanzia e sostituzione dell’animale. Per fortuna questo avviene raramente, in quanto chi ha in casa un animale anche se non in perfetta condizione fisica si affeziona ad esso e difficilmente lo restituisce sapendo che sarebbe destinato a morte certa e la sua carne trasformata in farine per l’alimentazione. Dulcis in fundo alcuni siti propongono anche una specie di saldi, animali a prezzi scontati in quanto a fine cucciolata. “E’ indispensabile cambiare le regole delle vendite online e a rate di animali – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- occorre tener presente che gli animali sono esseri viventi e senzienti ed è assurdo applicare a loro il diritto di recesso e la garanzia quasi fossero un elettrodomestico. Ma soprattutto occorre che la gente capisca di non comperare gli animali via internet, dove troppo spesso dietro questi siti, si nascondono dei veri e propri aguzzini e malfattori che fanno business sugli animali ed in particolare su cani e gatti”.

Associazione Italiana Difesa Animali Ambiente

Per info 3926552051-3478883546

 


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com