Italia

Costa Concordia: oltre 40 i morti. Cadaveri non ancora ripescati. Sale a 100 il numero dei dispersi. Testimonianze dei naufraghi

Costa Concordia: oltre 40 i morti. Cadaveri non ancora ripescati. Sale a 100 il numero dei dispersi. Testimonianze dei naufraghiLe ricerche andranno avanti tutta la notte. La nave incagliata all’Isola del Giglio della compagnia Costa Crociere ha imbarcato acqua  Le vittime accertate sono 2 turisti francesi e un marinaio peruviano. A bordo oltre 4200 persone. Sulla fiancata sinistra del natante uno squarcio di 70 metri.Intanto però da persone che sono in loco viene la conferma che si tratterebbe di minimo 40 morti, la conferma l’avrebbe data il sindaco dell’Isola del Giglio.

In effetti i 3 morti sono gli unici di cui si sono rinvenuti cadaveri.

Ancora lamentele da parte dei passeggeri che dichiarano”C’erano pochi giubbotti salvagente”. Sull’Agi si legge:  “Mi hanno strappato dalle mani il giubbotto di salvataggio, ho spaccato un vetro e sono riuscita a prenderne uno per bambini, mi spingevano, sono caduta 2, 3 volte per terra, ho visto la morte”.Lo racconta Antonietta Simboli, una passeggera della nave affondata a largo dell’isola del Giglio. Terrorizzata racconta il panico vissuto dal momento dell’impatto all’evacuazione della nave.

  “La gente e’ impazzita, i bambini venivano tenuti in alto dai genitori per paura di essere schiacciati dalla folla, tutti si prendevano a spintoni per tentare di salire per primi sulla scialuppa mentre il personale gridava che dovevano salire a bordo prima le donne e i bambini” ha continuato la Simboli, mentre un’altra  ragazza di Latina ha spiegato che al momento dell’impatto moltissime persone erano al ristorante. “Il comandante non ha mai comunicato con i passeggeri, ho visto molte persone che si sono tuffate in mare per raggiungere la costa a nuoto”. “Le scialuppe di salvataggio – ha raccontato la ragazza, Lucrezia – erano sovraccariche, sulla mia c’erano piu’ di 130 persone e in alcuni casi non e’ stato possibile dare la precedenza ai bambini perche’ la gente provava in tutti i modi a salire”.

Intanto la  Procura di Grosseto indaga per naufragio, disastro e omicidio colposo. Capitaneria di Porto rende noto che ha  ”Avviata un’inchiesta amministrativa”. Il comandante ha esclusivamente dichiarato: ”Roccia non segnalata sulla carta nautica”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close