EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Gemellopoli: in Italia nascono sempre più trigemini anche quattro, cinque gemelli con il parto “artificiale”

GEMELLOPOLI : in Italia nascono sempre più trigemini anche quattro, cinque gemelli con il parto "artificiale"In aumento i parti multipli. Il 50% in più rispetto a 20 anni fa, la principale causa è il ricorso all’inseminazione artificiale. Il trend italiano è opposto a quello degli altri Paesi europei, dove ogni anno si registra una lenta ma costante diminuzione delle nascite multiple”. 

In Italia ci sono sempre più nascite multiple. Stando ad uno studio, i parti tripli sono il 50% in più rispetto vent’anni fa e la principale causa risiederebbe nel ricorso sempre più frequente all’inseminazione artificiale.

I dati riportati riguardano la rilevazione effettuata in Europa, secondo i dati presentati dall’European IVF Monitoring Group (EIM). Nei 28 paesi in cui le cliniche hanno messo a disposizione i propri dati sui parti, nel 2007 sono nati oltre 90.000 bambini. Sono stati eseguiti 118.667 trattamenti regolari di FIV, 246.687 cicli di iniezioni intracitoplasmatiche di spermatozoi (ICSI), 74.855 cicli di trasferimento di embrioni congelati (TEC), 15.028 cicli di ovodonazione (OD), 6.822 cicli di screening/diagnosi genetica preimpianto (PGD/PGS) e 660 cicli di maturazione in vitro (MIV). “L’inversione di tendenza dalla FIV all’ICSI continua con il 67,5% dei cicli freschi utilizzando quest’ultima tecnologia, sebbene l’efficacia della ICSI in termini di percentuali di gravidanze sia uguale a quella della FIV standard”. Ora la maggior parte dei paesi europei registra meno dell’1% di parti trigemini, fatta eccezione per l’Italia (2,8%).

In particolare un gruppo di ricercatori ha censito i parti di tre, quattro e cinque gemelli fra il 2005 e il 2008 e ha confrontato i risultati con le ricerche effettuate dal 1985 al 1988 e dal 1995 al 1998.

Fra il 2005 e il 2008 ci sono stati 192 parti trigemini, due con quattro gemelli e uno con cinque. Le gravidanze trigemine sono aumentate di circa il 50%, specialmente nelle donne al di sotto dei 37 anni, dall’introduzione della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita (dal 2004). Rispetto al totale dei neonati, i trigemini sono il 50% in più rispetto a venti anni fa. I parti con quattro o cinque gemelli sono talmente rari che non è possibile fare un paragone. Questo dato è stato reso noto dalla International Academy of Human Riproduction.

L’aumento è legato in particolare al ricorso a metodi di inseminazione artificiale. Tre quarti delle donne che hanno partorito tre gemelli hanno utilizzato simili metodi, come pure quelle che hanno avuto quattro o cinque gemelli. Oltre la metà dei trigemini sono stati concepiti con la fecondazione in vitro, un metodo che secondo gli esperti aumenta la probabilità di parti multipli.

Le gravidanze multiple implicano spesso complicazioni, mettendo a rischio sia la madre che i bambini. I bimbi esaminati nel corso della ricerca sono tutti nati prematuri: i parti trigemini in media sono avvenuti alla 33esima settimana di gravidanza.

Giovanni D’AGATA

 

 

 

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com