EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

In Italia17.000 persone mutilate a causa dei botti di fine anno

In  Italia17.000 persone sono mutilate a causa dei botti di fine anno17.000 persone mutilate (di cui oltre 2500 nella sola Campania) a causa dei botti di capodanno e di questi oltre 5.000 hanno il riconoscimento di persone invalide in quanto le mutilazioni dovute ai botti non erano ci loro diretta responsabilità e oltre 2.000 sono coloro che per questo motivo percepiscono la pensione di invalidità oltre 30.000 gli animali uccisi per colpa dei botti di capodanno negli ultimi venti anni (Dati riferiti al periodo 1990-2012). Per questo motivo nasce il comitato nazionale “BASTA BOTTI” che ha l’obbiettivo di mettere fuori legge i botti non solo a capodanno. Il comitato promosso da AIDAA è aperto a chiunque condivide questo proposito e si prefigge di avviare campagne e iniziative a livello nazionale e locale con lo scopo specifico finale di mettere definitivamente fuori legge i botti che ogni anno a San Silvestro (ma non solo a San Silvestro) mietono morte tra gli uomini e animali e che ogni fine anno fanno finire in ospedale centinaia di persone ferite e colpite da questi veri e propri ordigni di guerra (quest’anno i feriti sono stati 561 di cui oltre 70 bambini), senza contare le migliaia di animali che proprio a causa dei botti fuggono, e le persone cardiopatiche ed anziane e bambini che a migliaia sono colpiti dal panico proprio per quei colpi assurdamente violenti.

La prima azione del comitato Basta Botti sarà la consegna al ministro degli interni Cancellieri delle firme della petizione NO AI BOTTI DI CAPODANNO (www.firmiamo.it/noaibottidicapodanno ) che ha visto l’adesione di migliaia di persone (ad oggi quasi 12.000) e la cui raccolta continuerà fino al prossimo 8 gennaio e che chiede la messa fuori legge dei botti di capodanno. Inoltre a partire dai prossimi giorni il comitato che si costituirà formalmente con personalità giuridica, avvierà una serie di contatti con le autorità locali di ciascun comune in cui sarà presente per chiedere che il divieto dei botti sia a capodanno che negli altri giorni dell’anno sia previsto all’interno del regolamento di polizia municipale e per chiedere ai consigli comunali di votare mozioni anti botti e l’esposizione all’ingresso dei paesi dei cartelli con la scritta “COMUNE ANTI BOTTI”. Mentre a livello nazionale l’obbiettivo è quello di avviare la raccolta  di firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per mettere fuori legge i botti a san silvestro e negli altri giorni dell’anno ma anche di proporre in condivisione con altre associazioni animaliste, ambientaliste e di tutela dei consumatori iniziative a livello parlamentare che abbia come obiettivo l’abolizione totale dei botti di capodanno. Infine è prevista per marzo a Milano una manifestazione ed una mostra in cui si presenteranno i dati sui danni provocati dai botti di capodanno e negli altri giorni dell’anno su uomini, animali ma anche ad ambiente (incendi) e beni personali, manifestazione alla quale saranno invitati sindaci ed assessori dei comuni antibotti.

Associazione italiana Difesa animali ed ambiente
Per info 3926552051-3478883546

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION