EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Nella Valle dei Re il sarcofago di una cantante della divinità suprema di Ammon

Nella Valle dei Re il sarcofago di una cantante della divinità suprema di Ammon

Gli archeologi dell’Universita’ svizzera di Basilea hanno portato alla luce, nella Valle dei Re, in Egitto, una tomba di notevole importanza: il sarcofago di una donna, una “cantante” del Tempio di Ammon.

La donna, secondo le inscrizioni incise sulla placca funeraria in legno, si chiamava Nehmes Bastet e visse durante la ventiduesima dinastia ( 945 -712 a. C.). Figlia di un grande sacerdote del tempio Ammon, cantava gli inni sacri alla divinità suprema; la particolarità della scoperta, secondo gli archeologi, sta anche nel fatto che la tomba da lei occupata era stata costruita 400 anni prima e successivamente riutilizzata per accogliere la cantante.

Il ritrovamento è stato  annunciato domenica scorsa dal  ministro egiziano dello Stato delle Antichità, Mohamed Ibrahim. Si tratta di una scoperta  molto importante perchè testimonia che la “Vallata dei Re era utilizzata anche per sotterrare degli individui comuni e dei preti della 22 ° dinastia” ha spiegato il ministro Ibrahim. La missione guidata da Susanne Bickel e Elena Grothe si è imbattuta nella sepoltura per caso durante dei lavori di pulizia sul sito a Karnak, vicino a Luxor in Alto Egitto.

Il sarcofago, che risulta essere in  buone condizioni,potrebbe contenere la mummia di Nehmes Bastet e la sua di maschera funebre.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com