Italia

Portoscuso: un patatrac di tangenti e sesso

Portoscuso: un patatrac di tangenti e sessoPortoscuso, Adriano Puddu, 65 anni, è da ieri  a Buoncammino. Il sindaco di Portoscuso è stato arrestato.

I capi di imputazione sono gravi, gravissime, corruzione, concussione abuso di ufficio ed infine concussione sessuale. Puddu è assistito dal legale Giuseppe Andreozzi, insieme a Puddu sono  indagati anche l’amministratore delegato della Portovesme srl Carlo Lolliri e l’assessore comunale ai Servizi sociali Selena Galizia. Si tratta di un vero e proprio terremoto imprenditoriale, l’arresto di Puddu comunque è una mossa importante. Sembra che intorno ci sia un vero e proprio  “reame” di belle donne che per qualcosa offrivano favori sessuali o altro,ma i  reati a  carico di Puddu sono corruzione e abuso d’ufficio Si legge su La Nuova Sardegna che “Secondo il giudice Puddu avrebbe costretto i proprietari dei terreni dove si sta realizzando il parco eolico della Portovesme srl a cedere gli stessi a lui e a un suo assessore, tramite prestanome e poi avrebbe costretto il procuratore speciale della società Sarda Invest, Gianfrancesco Guiso Gallisai, a cedere i terreni, 500 ettari, a una società del gruppo Glencore, la Bellosino, nascondendosi sotto un tavolo durante le trattative e poi spuntando all’improvviso per voler partecipare all’affare.” Puddu è stato arrestato a seguito di un esposto presentato da alcuni consiglieri nel 2010.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close