Economia

Carceri: situazione al limite. Sappe preoccupato

Suicidi in carcere ed è allarme. Nei 48 giorni dall’inizio dell’anno sono già 8  i detenuti che si sono tolti la vita in carcere.La media è tragica, 1 ogni 6 giorni. Ma c’è chi non ci sta, chi non si vuole rendere muto complice della tragicità dei fatti ed è il Sappe.

Il Sindacato di polizia penitenziaria è preoccupato e denuncia il preoccupante denomeno: «Il fenomeno dei suicidi in carcere (otto detenuti in questi primi mesi del 2012) ci preoccupa. Come ci lascia sgomenti il numero degli operatori penitenziari che periodicamente si tolgono la vita (ultimo caso, giovedì a Formia, quello di un assistente Capo di Polizia Penitenziaria in servizio a Roma Rebibbia)».


Il sovraffollamento carcerario è preoccupante lo si percepisce anche dalle   parole del segretario Generale Donato Capece che sottolinea «se non fosse per la professionalitá, l’attenzione e il senso del dovere dei poliziotti penitenziari le morti per suicidio sarebbero molte di più di quelle attuali: dal 2000 ad oggi, infatti, gli agenti, intervenendo prontamente, hanno impedito a 10.000 detenuti di togliersi la vita, e impedendo che gli oltre 66mila atti di autolesionismo posti in essere da altrettanti ristretti potessero degenerare ed ulteriori avere gravi conseguenze».


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close