Italia

Costa Allegra: alla deriva nell’Oceano Indiano. Nessun ferito

2012? Annus horribilis per la Costa Crociere! Non bastava la tremenda tragedia della Costa Concordia ed il tragico naufragio del 13 di gennaio, no, forse no. Oggi una nuova sciagura si abbatte sul colosso delle Crociere.Un incendio in sala macchine ha costretto l’Allegra “alla deriva” nell’Oceano Indiano.

Le fiamme sono divampate alle 10.39, ora italiana, nel locale generatori elettrici, situato a poppa” e, fortunatamente, “non ci sono stati feriti o vittime”.

La nave -partita sabato scorso da Diego Suarez nel Madagascar e diretta al porto di Victoria nelle Seychelles, dove sarebbe dovuta arrivare domani- si trova a oltre 200 miglia a sud-ovest dell’arcipelago e a circa 20 miglia da Alphonse Island. A bordo vi sono 636 passeggeri e 413 membri di equipaggio. Gli italiani sono 212: 126 sono passeggeri e 86 sono membri dell’equipaggio; il resto dei passeggeri e’ costituito in gran parte da francesi, austriaci e svizzeri.

L’incendio e’ stato estinto e non si e’ esteso a nessuna altra zona della nave. Una volta scattato l’allarme, ha spiegato la Compagnia in una nota, tutti i passeggeri e i membri dell’equipaggio, non impegnati nella gestione dell’emergenza, si sono recati alle ‘muster station’ con le dotazioni di sicurezza necessarie. La macchina dei soccorsi e’ in moto. Dalle Seychelles sono partiti due rimorchiatori e una nave dell’autorita’ marittima locale, che ha dirottato nella zona dell’incidente due pescherecci oceanici battenti bandiera francese, da 90 metri: il primo arrivera’ sottobordo intorno alla mezzanotte ora italiana, l’altro intorno alle 4 di domattina.

Intanto la situazione è sottocontrollo, così scrivono le agenzie

Sono 135 su un totale di 636, i passeggeri italiani imbarcati sulla Costa Allegra, in avaria al largo delle Seychelles. Tra gli stranieri 127 francesi, 97 austriaci, 90 svizzeri, 38 tedeschi, 31 inglesi. Sono invece 413 i membri dell’equipaggio imbarcati.  La nave, partita sabato 25 febbraio da Diego Suarez, era diretta al porto di Victoria (Mahè, Seychelles) l’arrivo era previsto per domani, 28 febbraio.

 “Rassicuro che la situazione è sotto controllo – afferma il console italiano alle Seychelles, Claudio Izzi, intervistato da Tgcom24 – c’è stato un incendio che è stato estinto, la nave non ha problemi di galleggiamento, ma non ha propulsione propria. Due rimorchiatori sono già partiti per trainarla nelle isole vicine”. E ancora “I due rimorchiatori sono partiti. Una volta trainata la nave su una delle isole vicine, si provvederà per l’evacuazione dei passeggeri”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close