Italia

Ennesima morte in carcere. Il Regina Coeli va chiuso, lo sostiene Angiolo Marroni

Ennesima morte in carcere. Il Regina Coeli va chiuso, lo sostiene Angiolo MarroniEnnesimo morto in carcere, capita a Regina Coeli. Tiziano De Paola, 30 anni, tossicodipendente muore e nemmeno il suo compagno di cella si accorge di nulla, una condanna minima quella di Tiziano, 3 mesi per spaccio di droga. Ieri è morto.  Overdose fatale dietro le sbarre? Il garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, non lo esclude: «Ai colloqui succede di tutto, la vigilanza è scarsa, possono avergli passato la droga». Conclusione drastica: «Regina Coeli è ingestibile, va chiuso».


Quello di Tiziano De Paola è il secondo decesso in un mese. “Sara’ la magistratura ad accertare le cause di questo decesso – ha detto Marroni – che e’ il secondo in meno di un mese a Regina Coeli. Ormai e’ evidente che l’impegno encomiabile degli agenti di polizia penitenziaria, della direzione del carcere, dei volontari non basta piu’ e questa struttura non e’ piu’ in grado di garantire condizioni di vita accettabili ai detenuti e a quanti la frequentano quotidianamente”.

“Ormai e’ tempo che il DAP e lo stesso Ministero della Giustizia riflettano su cio’ che andiamo, inutilmente, dicendo da tempo: e’ ora di iniziare a ragionare sulla chiusura di Regina Coeli”.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close