Esteri

Grecia: al voto in primavera. Atene distrutta

Atene, ieri poco dopo mezzanotte è stato approvato dal Parlamento il piano di austerity per incassare la seconda tranche di aiuti dall’Europa e l’Fmi. Atene è completamente in preda al fuoco e alla guerriglia, numerosissimi i feriti e gli arresti, addirittura poi i partiti hanno espulso i parlamentari che hanno votato contro alla proposta di Papademus. Nuova dichiarazione del governo ed infatti sembra ci si appresti ad un   cambio di  esecutivo. Si apprende che  un portavoce del governo Pantelis Kapsis ha annunciato elezioni anticipate.

«Questo governo ha a disposizione un mese   e mezzo di lavori (…) chiuderemo a marzo (il lavoro sul prestito e sul piano di disindebitamento) e le elezioni si terranno in aprile». Intanto per la capitale greca è il momento di contare i danni. Almeno 45 edifici sono stati dati alle fiamme. Saccheggiati molti negozi. Centinaia i feriti e 65 persone arrestate (altre 75 sono in state fermate). I lavori dei vigili del fuoco continuano nelle strade principali. Così mentre i greci si chiedono che cosa sarà del loro futuro, le borse aprono in rialzo.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close