Economia

Hostess Meridiana supermagre.E’ polemica sul “corpo delle donne”

Hostess Meridiana supermagre.E' polemica sul "corpo delle donne"Mentre molto del mondo della moda si rende conto che è necessario dare una idea migliore del “corpo delle donne” e creare una immagine un pò più in carne per combattere l’anoressia c’è chi va contro tendenza ma la scelta non passa inosservata.

La nota compagnia aerea Meridiana sceglie di rendere obbligatoria, per le proprie hostess la taglia 40-42, super magre dunque le hostess, dato che per lavorare sugli aerei o a terra bisogna avere una certa altezza che probabilmente stona con la taglia mini!


A non starci però sono proprio le hostess. La dieta obbligatoria non piace. A prendere la decisione è  Cristina Ceolin, ex modella e moglie dell’a.d., Giuseppe Gentile, che ha disegnato le nuove divise (che però non contemplano altre taglie se non la 40 e le 42). “Discriminazione sessista e lesiva della dignità delle donne”, affermano le hostess, che hanno inviato una petizione al presidente Ugo Cappellacci e al fondatore della società, Aga Khan, contro la “scellerata” scelta.

Le nuove direttive non tollerano “gli aumenti di peso, a meno che non siano giustificati da comprovati motivi di salute”.

Regole che sono state accolte con vero sconcerto dalle dirette interessate. Passato lo stupore, le dipendenti di Meridiana Fly hanno infatti avviato una petizione. Sono già oltre trecento le firme in calce a una lettera indirizzata al presidente della Regione, Ugo Cappellacci e al “padre” della compagnia aerea, il principe Karim Aga Khan, ai quali si chiede di intervenire per bloccare decisioni considerate “altamente lesive della dignità femminile, marcatamente sessiste e discriminatorie” nonché improponibili, considerato che “l’età media delle assistenti di volo del gruppo Meridiana Fly” è di 42 anni.

A commentare in modo contrario la scelta è anche Francesca Barracciu, consigliere regionale della Sardegna, eletta tra le fila del PD, salita alla ribalta delle cronache per le molte azioni a favore della partecipazione delle donne alla politica attiva. Dichiara Barracciu:


“Mi piacerebbe conoscere la taglia che la responsabile dei servizi di bordo prevede debbano indossare gli steward di Meridiana Fly, dato che sarebbe paradossale inaugurare disposizioni così platealmente sessiste e discriminatorie, che trasmettono oltretutto una volta di più il falso ed insidioso valore della magrezza a discapito della salute e del benessere fisico delle donne”. Lo afferma il consigliere regionale della Sardegna Francesca Barracciu (Pd), in merito alle nuove divise delle hostess, che la compagnia uniformare a quelle del marchio partner Air Italy.

“Mi auguro che questa vergogna – afferma la Barracciu – venga subito cancellata e che i responsabili di Meridiana Fly si affrettino piuttosto a cercare le soluzioni utili a risollevare il gruppo dall’incapacità gestionale e attrattiva della società che ha perso in questi anni competitività all’interno di un mercato sempre più dinamico e in continua evoluzione danneggiando fortemente la Sardegna e i lavoratori. O ritengono che debba essere la capacità attrattiva delle dipendenti a risollevare le sorti del gruppo? Confido – conclude – in un pronto intervento dell’assessore ai trasporti e del presidente della Regione”


Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close