Salute

L’olio di pesce potrebbe prevenire i disturbi psichiatrici?

Un nuovo studio randomizzato in doppio cieco progettato per verificare se gli acidi grassi Omega-3 aiutino a migliorare i sintomi clinici.

Ricercatori del programma di rilevazione e protezione (RAP) dello Zucker Hillside Hospital che hanno lavorato negli ultimi dieci anni con gli adolescenti a rischio di grave malattia mentale stanno studiando l’efficacia degli acidi grassi Omega-3 (olio di pesce) per trattare i sintomi psichiatrici. Questo nuovo studio randomizzato in doppio cieco, che è finanziato dal National Institute of Mental Health, è stato progettato per verificare se gli acidi grassi Omega-3 possano migliorare i sintomi clinici ed aiutare gli adolescenti e i giovani adulti (dai 12 ai 25 anni), che sono a rischio elevato di gravi disturbi psichiatrici, nella scuola, sul lavoro e in altri ambienti sociali.

“Dei 300 adolescenti che hanno partecipato al programma RAP, la maggior parte ha mostrato un sostanziale miglioramento”, ha osservato la Dr.ssa Barbara Cornblatt, Direttore del programma di rilevazione e di prevenzione (RAP) e ricercatore presso il Feinstein Institute for Medical Research. “Se questo studio continuerà a mostrare successi, l’Omega-3 potrebbe offrire un’alternativa naturale alla gamma di farmaci e terapie oggi offerte ai partecipanti del RAP. Infine, l’obiettivo del programma RAP è quello di intervenire e prevenire le malattie prima che i sintomi peggiorino.”

Gli acidi grassi Omega-3 sono fondamentali per la normale funzione del cervello e vengono sempre più studiati come potenziali trattamenti per disturbi medici e psichiatrici. Il programma di studio RAP assegnerà in modo casuale i partecipanti alla terapia con supplemento di Omega-3 o ad un placebo, e metterà a confronto i gruppi riguardo ad aspetti fondamentali dei sintomi e alle funzioni dopo sei mesi. I partecipanti di entrambi i gruppi saranno attentamente monitorati su base mensile e saranno ricompensati. Tutti i supplementi sono stati offerti gratuitamente.


A proposito del programma di riconoscimento e prevenzione (RAP)

Il programma RAP è considerato leader nella ricerca e nel trattamento in materia di intervento precoce e di prevenzione di gravi malattie mentali. Il programma RAP ha anche aderito con altri gruppi di ricerca di intervento precoce per costituire lo studio longitudinale nordamericano prodromo (NAPLS), un importante consorzio di studio internazionale per condurre ricerche all’avanguardia sugli adolescenti a rischio e sui giovani adulti. Lo studio sugli acidi grassi Omega-3 sarà condotto in tutti gli otto siti al fine di valutare la possibilità che l’olio di pesce, ampiamente disponibile nei negozi di alimenti naturali, fornisca una protezione contro i sintomi emergenti di malattia.

Fonte: http://www.jpost.com/Health/Article.aspx?id=257357

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close