Italia

Neve e gelo killer Le vittime quasi un bollettino di guerra

La neve porta con sé la morte. Si ha notizia, nel centro sud di sei persone  decedute a causa del freddo. Una valanga in Val Pusteria ha travolto due scialpinisti. La cronaca pare un bollettino di guerra.

Due scialpinisti sono rimasti uccisi, travolti da una valanga caduta poco prima delle15 a Passo Stalle, in Alta Val Pusteria, al confine con l’Austria. I loro corpi sono stati recuperati dai soccorritori. Sono ancora in corso le ricerche, poiché si teme che altri escursionisti possano trovarsi sotto la neve. Sul posto sono intervenute le squadre del soccorso alpino di Anterselva e gli elicotteri della protezione civile e dell’Aiut Alpin Dolomites.

Due morti per la neve a Frosinone dove  un capannone in  via Colle del Vescovo, è crollato per il peso della neve, causando una vittima.

A Ostia invece è morta presumibilmente per assideramento, S. T.ucraina di 48 anni. Il corpo è stato rinvenuto dai carabinieri di Ostia oggi alle11.30 invia delle Azzorre angolo via Tancredi Chiaraluce.

Un uomo di origine tedesca è stata trovato morto stamani nelle vicinanze della rocca medievale di Castiglione del Lago, località sulle rive del Trasimeno.

Un giovane di 34 anni originario del comune di Barete (L’Aquila) è morto la scorsa notte per il maltempo. L’uomo si era addormentato dentro la propria autovettura, impossibilitato a uscire per le condizioni proibitive, e ha perso la vita a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

Morto per assideramento un uomo nella sua auto parcheggiata in piazza a Sant’Agapito (Isernia).

A Frosinone un uomo di 62 anni è morto schiacciato da un capannone agricolo crollato oggi pomeriggio sotto il peso della neve.

Inoltre forti i disagi in tutta Italia per le abbondanti nevicate ed il gelo. Strade e reti ferroviarie hanno la peggio. Un treno, con circa 150 persone, è bloccato alla stazione di Carsoli dalle 17 di ieri. Un altro centinaio, tra cui anziani, bambini ed una donna incinta, sono bloccate da 17 ore sul treno regionale Roma-Pescara, fermo dalle 17.30 di ieri nella stazione di Tivoli, in provincia di Roma. Notte al gelo, nel Casertano, per 15 passeggeri, tra i quali anche una signora disabile, per un treno partito da Napoli e diretto a Campobasso alle 17 di ieri. Roma è nel caos. In Abruzzo e Molise in alcuni punti la neve ha raggiunto i70 centimetri. In Molise la neve ha continuato a cadere per tutta la notte: a Campobasso si sfiora il mezzo metro, la circolazione è paralizzata.

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close