Italia

Pieve di Soligo: alla Mistral ucciso Emanuele Simonetto. Giallo

omicidioPieve di Soligo, provincia di Treviso. Un giallo. Un caporeparto incensurato, è stato ucciso con 2 colpi di pistola a fine turno. Da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri di Pieve di Soligo l’omicidio sarebbe avvenuto con le modalita’ di una esecuzione. L’azienda esclude che al suo interno possa essere maturato alcun movente. Si indaga nella vita privata dell’uomo, divorziato e con varie relazioni alle spalle. Ad essere ucciso è Emanuele Simonetto, 49 anni,  ucciso ieri sera davanti al mobilificio “Mistral” di Pieve di Soligo dove lavorava come caporeparto.


Un testimone avrebbe riferito di aver sentito gli spari ma di aver scambiato quel suono sordo per lo scoppio di un petardo; solo dopo essere uscito dal capannone dove lavorava ha potuto scorgere un’auto con i fari accesi e un uomo disteso per terra.

 Sulle agenzie si legge che secondo il medico legale intervenuto sul posto i fori d’entrata rilevati sul cadavere sarebbero almeno due; un altro foro e’ stato individuato nel parabrezza della macchina della vittima.


L’uomo vistosi sorpreso dal suo, o dai suoi assassini avrebbe tentato la fuga ma inutilmente: e’ stato trovato accasciato a pochi passi dalla portiera lato guida dell’auto.

Secondo alcuni colleghi Simonetto, divorziato, era un ottimo capo, dedito al lavoro, e che non si tirava mai indietro davanti al lavoro.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close