Italia

Torino: donna in casa protetta si uccide con la figlia

 Torino è tragedia. Una giovane donna di 33 anni, ospite di una comunità, si è suicidata lanciandosi dal balcone al terzo piano della casa famiglia dove era ospitata, la donna si è lanciata con la figlia di 4 anni: entrambe sono morte sul colpo.  Da quel che si apprende la giovane viveva una situazione difficile, per questo motivo era ospite in una casa protetta.

Il gesto della donna è da inserire in un contesto difficile, la donna infatti  oltre ad aver subito parecchie vessazioni da parte del compagno, aveva due figli da un precedente matrimonio. Da oltre un anno la donna si trovava  nella comunità di strada San Vincenzo mentre gli altri due figli erano stati mandati in altre due comunità. Il desiderio della donna era quello di riunire tutti i suoi figli ma la cosa non è stata possibile.



L’avvocato Maurizio Vecchio, legale della famiglia, ha spiegato che la donna voleva trovare una soluzione che facesse uscire lei e la bambina dalla comunità Opera Pia Vinetti.
Intanto subito si leva la voce dei parenti che dichiarano: “Nostra nipote non ha avuto alcun sostegno psichiatrico,nonostante da tempo avesse manifestato insofferenza per la sua permanenza in comunità”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close