Italia

Costa Concordia: quel che tutti non sanno. Ipotesi: di schiavitù, sesso e droga? Una dichiarazione

Costa Concordia: quel che tutti non sanno. Ipotesi: di schiavitù, sesso e droga? Una dichiarazioneCerto che della Costa Concordia in Italia si continuerà a parlare ancora a lungo, sabato 3 marzo però andrà di scena il più grosso incidente probabotorio mai inscenato nel Bel Paese. Oggi però le cronache ci raccontano nuovi fatti. Sembra proprio che l’ex comandante Schettino fosse sui generis, almeno così lo descrivono, il guaio è che non solo è Schettino quello particolare ma lo sono anche i suoi ufficiali ed il suo equipaggio! Perchè?

In un articolo de La Stampa si legge “il comandante Francesco Schettino «abituato ad usare le donne come merce di scambio». “, ovviamente La Stampa riporta i dati degli atti depositati in procura.


Fa scalpore una delle tante dichiarazioni spontanee depositate in procura,” il carteggio tra un’ex infermiera e l’ufficio del personale della Costa crociere, sfociato poi in una segnalazione al Ministero della giustizia. Valentina B. si è dimessa dalla compagnia di navigazione per l’insostenibile clima professionale. Si tratta della feroce vendetta di un’ex dipendente? O la donna racconta la verità?”

La donna pare lavorasse sul Costa Concordia “dal 9 gennaio al 12 febbraio 201  dove ha trovato corruzione, droga e prostituzione”.”Non mi dica che è la mia parola contro la vostra perché ho visto direttamente con i miei occhi ufficiali assumere cocaina e per dimostrarlo basterebbe una semplice analisi del capello”. L’infermiera però non ha mica lavorato solo sulla Concordia ma anche in altre navi della Costa ed ha infatti sottolineato più volte nelle sue dichiarazioni il trattamento di quasi schiavitù ed infatti poi rilancia un caso quasi dimenticato, ovvero quello del giovane ufficiale di terza, “suicidato”.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close