EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Grave la ragazza spinta giù dal viadotto Dramma nel pesarese

E’ ancora in prognosi riservata nel reparto rianimazione dell’ospedale regionale di Torrette, ad Ancona, Andrea Toccaceli, la ragazza di 18 anni selvaggiamente picchiata e poi buttata giu’ da un viadotto lungo la strada statale 73 bis a Fossombrone dall’ex fidanzato, Saimo Luchetti, un muratore di 23 anni che non accettava la fine della loro storia. La giovane, che ha riportato traumi e lesioni interne, e’ stata operata al fegato. Lui, arrestato ieri, ha bacino e gambe fratturati e una prognosi di 60 giorni.

Il dramma che si e’ consumato a Cagli, nel pesarese.

Saimo Lucchetti, muratore di 23 anni, secondo gli inquirenti ha avuto una furiosa litigata con la sua ex, Andrea Toccaceli di 18 anni, a casa di lei.
L’ha tramortita con un pugno, caricata in macchina e trascinata fino a un viadotto a Fossombrone, per gettarla nel vuoto. Poi si e’ buttato anche lui. Un volo di 15 metri da cui i due sono usciti miracolosamente vivi: i vigili del Fuoco e il 118 li hanno trovati in stato di semincoscienza. I due sono stati portati tramite elisoccorso all’ospedale Torrette di Ancona.

Ai soccorritori che li hanno trovati su un terreno, 15 metri sotto il viadotto della superstrada ’73bis’, il muratore avrebbe ripetuto piu” volte “e’ tutta colpa mia”. E’ stata la mamma della ragazza ad avvisare questa mattina i carabinieri: alle 7.30, non vedendo tornare Andrea, e’ scesa nell’atrio di casa, dove ha trovato sangue e un dente, segnali del violentissimo litigio accaduto qualche ora prima, intorno alle 5, quando la ragazza stava rientrando a casa da una serata in discoteca.

L’ipotesi del tentato omicidio-suicidio e’ la piu” probabile al momento, anche per via della violenza dei colpi che il giovane ha riversato sulla sua ex. Dopo averla malmenata, l’ha trascinata in auto e una volta sulla superstrada si e’ fermato all’interno di una piazzola di sosta. Quindi ha trascinato la ragazza verso il viadotto, ha chiuso l’auto, e l’avrebbe fatta precipitare per 15 metri. Poi si e’ gettato a sua volta, forse vittima dei sensi di colpa. E’ stato il terreno molle ad attutire il colpo e una persona che stava facendo jogging in un sentiero poco distante ha visto i corpi di entrambi e ha dato l’allarme. Lei e’ in prognosi riservata all’ospedale regionale di Torrette di Ancona, dopo un delicatissimo intervento chirurgico.


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com