Medit...errandoSocietà

Itinerari Sardegna nel castello di Canne al vento

A Galtellì fra le rovine del castello, la casa di Don Pietro e le chiese lo spirito di “Canne al vento” è tangibile. Pubblicato nel 1913, il romanzo rivive ancora oggi in questo splendido borgo dove Grazia Deledda passava le sue estati. Risiedeva presso le sorelle Nieddu Angioi, sue care amiche e fu proprio nella loro casa e fra la gente di Galtellì che Grazia Deledda ascoltò ed elaborò le vicende che diedero origine al suo romanzo.

Oggi, in paese arrivano frotte di turisti, di comitive, di appassionati della scrittrice nuorese che viene ancora ricordata dalle persone più anziane. Questo borgo è stato ristrutturato nel rispetto della tradizione ed è possibile alloggiare in case bellissime nel centro storico; numerosi anche i bed and breakfast e gli agriturismi.

Ad accrescere il fascino del paese la sua particolare collocazione posta a soli otto chilometri dal mare sotto il Monte Tuttavista.

Tutti cercano di carpire il segreto di questi luoghi e frequentano i ristoranti e gli agriturismi che offrono il menù deleddiano. Vengono proposti piatti antichi e semplici tramandati da generazione in generazione e rievocati da Grazia Deledda in tanti dei suoi romanzi.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alla cooperativa “Tramas” che gestisce un punto informativo e di accoglienza, sito in Via Sassari telefono 0784/90150.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close