Editoriali

Mio padre è un Re

Non ho un’età 
Mio padre è un Re 
Vivo in un grande castello lassù 
Ho un letto d’oro…due occhi blu 
Ma non so dirti che…nome ho 

Un giorno poi 
Dalla finestra 
Quella più alta e più stretta che ho 
Ho visto lei….lunghi capelli 
L’ho disegnata in me…così 

Lei mi guardò….lei mi chiamò 
Quanta paura poi…perchè?!…. 

Io da quassù…..dalla finestra 
l’aspetto e arriva col sole già giù 
Raccoglie i fiori….lo fa per me 
Corre nel prato ed io…..ed io quassù 

se mai amore conoscerò 
solo e di ruggine….vivrò 


Non avrò, non avrò, non avrò un giorno io non avrò….non avrò più paura 
Anche se io non posso parlare e giocare con lei… 
Perchè mio padre è un Re! 

Non avrò, non avrò, non avrò un giorno io non avrò non avrò più paura 
Anche se io non posso parlare e giocare con lei….perchè mio padre è un Re 

Ma io so…ma io so…ma io so che per lei prima o poi 
Scavalcherò le mura 
Io per lei…solo lei…è per lei che da adesso vivrò 
E non avrò paura…io non avrò paura 

Non avrò, non avrò, non avrò un giorno io non avrò…non avrò più paura 
Anche se io non posso parlare e giocare con lei…. 
Perchè mio padre è un Re 
Ma io so…ma io so…ma io so che per lei prima o poi 
Scavalcherò le mura 
Io per lei…solo lei….è per lei che da adesso vivrò 
E non avrò paura…e non avrò paura….


Biagio Antonacci

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close