Economia

Riaprire Asinara e Pianosa? Alla proposta si oppone persino il PDL

La polemica è nell’aria. Qualcuno vuole riaprire le strutture carcerarie  dell’Asinara e di Pianosa. Chiuse e dismesse, entrate ormai a far parte di un patrimonio collettivo nazionale che è ben diverso rispetto all’idea di isola mandamentale.

Intanto  il ministro di Giustizia Paola Severino ha dichiarato: “Occorre compiere una approfonditariflessione sull’opportunità di riaprire, previa idonea ristrutturazione, le carceri di Asinara e soprattutto Pianosa” che nel suo intervento sottolinea pure “per la sua dimensione e configurazione strutturale si presta ad accogliere un elevato numero di ristretti e agarantire tra gli stessi la massima separazione, nel rispetto rigoroso dei diritti alla socialità”.Parlando di Pianosa il ministro ha aggiunto che «per la sua dimensione e configurazione strutturale si presta al contempo ad accogliere un elevato numero di ristretti e a garantire tra gli stessi la massima separazione, nel rispetto rigoroso dei diritti alla socialità». Dopo aver ribadito la necessità di una ristrutturazione che comporterebbe dei costi elevati il ministro ha concluso dicendo che «se si riuscisse a sostenere le spese si potrebbe pensare alla riapertura».

Intanto neppure il PDL sembra propenso alla proposta della Severino ed è per primo Matteoli a opporsi alla riapertura di Pianosa mentre per quanto riguarda l’Asinara, è forte l’intervento di Pili che dichiara “Le esternazioni del ministro Severino sulla possibile riapertura del carcere dell’Asinara sono fantasie che appartengono più alle provocazioni che alle cose serie. Si occupasse dei vuoti in organico delle carceri sarde piuttosto che riproporre temi e argomenti che non appartengono più alla disponibilità del suo dicastero” Solo Granata leader di Futuro e Libertà pare essere soddisfatto della proposta ministeriale.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close