Italia

Delianuova: Antonio Giuseppe Strano è morto per difendere il suo “Trovatutto”

RapinaDelianuova, Giuseppe Strano muore difendendo il suo supermarket da una banda di rapinatori. Un tentativo di rapina presso il supermercato Trovatutto di Delianuova, è finito nel sangue accade il 7 di aprile qualche minuto prima dell’orario di chiusura, intorno alle 20. Due banditi col volto coperto da calzamaglie, sono entrati nel supermercato “Trovatutto” dei fratelli Strano, mentre almeno un complice è rimasto all’esterno del locale, nel centro del paese.


All’interno, i due banditi hanno ordinato a Giuseppe Strano di consegnare l’incasso mentre nel negozio c’erano ancora gli ultimi clienti a fare la spesa per il pranzo di Pasqua. Tra i rapinatori e Strano è nata una colluttazione, forse Strano  ha cercato di difendere l’incasso della giornata,  durante la colluttazione   sono partiti alcuni colpi di pistola che hanno raggiunto Strano al torace. Prima di rimanere esanime sul pavimento del suo supermercato, però, l’uomo è riuscito a sparare con la stessa pistola del rapinatore. Ancora non è stato chiarito se l’abbia strappata di mano al suo aggressore o se i colpi siano partiti durante la colluttazione. Uno dei rapinatori, comunque, è rimasto ferito. Alla scena, terrorizzata, ha assistito anche la figlia di Strano che che ha visto il padre accasciarsi a terra in una pozza di sangue, ormai privo di vita. I banditi sono usciti di corsa dal locale e sono fuggiti a bordo di un’automobile, probabilmente una Fiat Punto.  All’interno del supermarket Crai di via Carmelia oltre a Antonio Giuseppe Strano si trovavano la figlia ventenne ed il fratello.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close