EditorialiEsteri

Marocco: Ezzedine Roussi oltre 100 giorni di sciopero della fame l’appello dell’Associazione per i diritti umani in Marocco

Marocco: Ezzedine Roussi oltre 100 giorni di sciopero della fame l'appello dell'Associazione per i diritti umani in MaroccoL’associazione per i diritti umani del Marocco lancia una campagna online dall’eloquente titolo “Liberate Ezzedine” Ezzedine è uno studente arrestato il primo dicembre del 2011 nella cittá nord occidentale di Taza mentre partecipava a una manifestazione studentesca. Dopo un processo a detta di taluni sommario, Ezzedine Roussi viene  condannato a tre mesi di carcere e a pagare 60 dollari, deve scontare  l’accusa di aver picchiato e insultato un agente di polizia, poi il ricorso alla Corte d’Appello con una nuova condanna : 5mesi di carcere e 600 dollari di multa.


Ezzedine inizia lo sciopero della fame ed ora sono passati 110 giorni. Alcuni siti marocchini pubblicano un appello dove raccontano le condizioni del giovane: una cella di 40 metri quadri per 100 persone o 160 in cui non c’è spazio nemmeno per dormire,i detenuti, raccontano picchiano Ezzedine e le sue condizioni di salute diventano sempre più cagionevoli, il qudro clinico di Ezzedine peggiora tanto è che è stato recentemente  trasferito all’ospedale Ibn Sina a Rabat .L’Associazione per i diritti umani del Marocco ha scritto anche al primo ministro Abdelilah Benkirane e al ministro della Giustizia Mustapha Ramid,  chiedendo la liberazione di Ezzedine.Oltre al giovane sembra ci siano altri 4 studenti in sciopero della fame detenuti nella città di Fez: Ibrahim Saidi, Mohamed Ghaloud, Mohamed Fettal e Mohamed Ezaghdidi.

In Marocco la tortura è illegale e la stessa Costituzione condanna la detenzione arbitraria e qualsiasi forma di discriminazione o di pratica disumana. Però accadono ancora fatti come questo.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close