EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vanessa Scialfa Gip di Enna, dopo autopsia, conferma l’arresto di Lo Presti

Dopo l’autopsia sul corpo di Vanessa Scialfa, il gup di Enna ha convalidato l’arresto di Francesco Lo Presti, 34 anni, che il 26 aprile scorso ha confessato di aver ucciso e gettato sotto il viadotto  la giovane convivente. L’autopsia conferma ciò che gli inquirenti avevano già ipotizzato. Valeria è stata prima strangolata con il cavo elettrico di un lettore dvd e poi soffocata con uno straccio imbevuto di varechina,  tracce di sostanza caustica sono infatti state trovate nell’esofago e nella trachea della giovane.


Nel corso dell’autopsia il medico legale, dottor Raffino, ha eseguito anche degli accertamenti per vedere se la ragazza avesse assunto delle sostanze stupefacenti, ma i risultati sono stati negativi. Ad avere assunto cocaina è stato Francesco Mario Lo Presti, come da lui stesso dichiarato. L’uomo ha confessato di avere ucciso la fidanzata colto da un raptus di follia determinato dal fatto che la vittima, mentre avevano un rapporto sessuale, l’aveva chiamato col nome dell’ex ragazzo. resta da accertare se Lo Presti ha agito da solo in special modo nel trasporto del corpo e nell’ultima vandala profanazione, quando cioè si è liberato del cadavere gettandolo dal viadotto.


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com