Italia

Antonio Chiumiento accusato di molestie sessuali?

violenza sulle donneContinuano le accuse contro Antonio Chiumento, più noto, per la sua passione l’ufologia che per il suo mestiere. Chiumento infatti è un insegnante ma è stato esonerato dall’insegnamento fino al 30 giugno con un provvedimento cautelare urgente adottato dal dirigente scolastico del “Mattei” di Palmanova (Udine), Aldo Durì.

Sul professor  Chiumiento è chiamato a rispondere di un’accusa gravissima: «attuazione di condotte configurabili come molestie sessuali nei confronti di minori disabili e di colleghe in violazione del codice di condotta contro le molestie sessuali». Così scrive il preside. Secondo Chiumento invece «Queste ragazze diversamente abili sarebbero rimaste sotto shock dopo alcuni miei presunti discorsi sul sesso che a me risulta di non aver mai fatto. Io non ho mai parlato di sesso in aula!»


Non è la prima volta che a Palmanova nell’istituito di via Milano succede qualcosa di strano. In questo caso, la decisione d’urgenza è stata adottata dal preside dell’Isis Malignani, Aldo Durì, vista la gravità dei fatti contestati al docente, ma dovrà essere convalidata dal direttore generale dell’ufficio scolastico regionale al quale il provvedimento è stato inviato. La legge, infatti, autorizza il dirigente scolastico, in alcuni casi specifici di particolare gravità, a prendere un provvedimento di sospensione cautelare senza sentire il collegio dei docenti. Tale atto però dovrà essere convalidato dal direttore scolastico regionale.

I rapporti tesi tra insegnante e dirigente erano esplosi quindici giorni fa con uno scontro verbale che aveva indotto Durì a chiedere l’intervento dei Carabinieri e a esonerare per quel giorno l’insegnante dalle lezioni. Una settimana fa Chiumiento aveva riferito che, durante una riunione, era stato accusato di aver parlato di sesso in classe e di aver turbato con queste parole una ragazza. Ne era seguita denuncia per diffamazione. E ieri il provvedimento del dirigente nei suoi confronti.


A Chiumiento sono contestati i modi aggressivi e gli epiteti ingiuriosi rivolti al preside una quindicina di giorni fa e ripetuti dal docente anche ai media, nonchè il fatto che l’insegnante abbia dichiarato di essere oggetto di persecuzione da parte del dirigente scolastico per la sua attività di ufologo. Ma tra i motivi di gravità emergerebbe la pesante accusa di condotte configurabili come «molestie sessuali» (sembrerebbe di tipo verbale), nei confronti – parrebbe – di due studentesse («ma addirittura – aggiunge Chiumiento – anche di colleghe!»).

L’insegnante è accusato di aver tentato di inquinare, con pressioni e minacce, le testimonianze relative a questi stessi episodi. Il provvedimento parlerebbe inoltre di supposta esistenza di «disturbi del comportamento» che non renderebbero idoneo l’insegnante a svolgere il proprio servizio. Il dirigente Durì, che riferisce di non poter commentare il provvedimento, ha ritenuto non procrastinabile la decisione di sospendere l’insegnante per consentire il ritorno alla normalità e alla serenità nell’ambiente scolastico.

Sconvolto per questa decisione, Chiumiento annuncia ricorso contro il provvedimento e chiede di essere ascoltato dalla dirigenza scolastica regionale. Si dice disposto a portare la vicenda anche a Roma, dal Ministro all’Istruzione, «perché un insegnante non può essere trattato così». Increduli gli studenti, che si dicono anche lesi nei loro diritti perché privati, a un mese dagli esami, di un insegnante preparato.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close