Italia

Costa Concordia: una nuova telefonata. Schettino racconta a Ferrarini l’accaduto

Costa Concordia: rinizia il conto delle vittime. 11 i morti certiCosta Concordia, il Tgcon24 ha una nuova esclusiva. Una telefonata scioccante, estrapolata, sembra dalla scatola nera della Costa Concordia. La telefonata sarebbe intercorsa tra il comandante Francesco Schettino e Roberto Ferrarini, capo dell’unità di crisi della Costa Crociere. Così si sentirebbe in quella telefonata.


Schettino:  “Roberto? Roberto senti una cosa io sono passato sotto gli scogli del Giglio qua? sono passato sotto qua e ho preso con la poppa un basso fondale?”.“No, no guarda? io sto male? non mi dire nulla? ho fatto sta cosa?” spiega il comandante che aggiunge: “e? son passato che alla fine ci stava questo piccolo scoglietto qui, poi c’e’ stato un black-out, e abbiamo dato una botta con la poppa? mo sto facendo fare l’assetto?” “Abbiamo buttato un’ancora perche’ sta arrivando acqua fino a poppa.. e mo stamo qua in black out”.  “no, stavo andando a 15 nodi e m’han detto puoi passare anche fino a sotto: non ti preoccupare. Sono andato dritto e alla fine son passato a dritta e c’era sto cazzo di scoglio qua c’era un basso fondale? sotto con la poppa? nel giardino a sinistra, si’: nella parte finale della poppa. E pero’ mo adesso sta entrando acqua nella poppa …”

Parlando poi  al Comando generale della Capitaneria di Porto di Roma che gli chiede conferma della distanza dall’Isola del Giglio gli attimi della collisione con lo scoglio davanti al porto Schettino direbbe: «Sì, sì. Eravamo a 0.18, 0.2 dal Giglio. Ci stava acqua. E di colpo ho sentito un colpo: bum!»

E, secondo quello che riporta il Secolo XIX la telefonata continuerebbe in questo modo

«Adesso ho fatto scaricare il Vdr (la scatola nera – ndr), ho detto al comandante in seconda di fare il download del Vdr e niente, adesso vediamo le cause. Io sono stato sul ponte»,«Eravamo al Giglio, ho sentito un colpo improvviso: bum!».


«Le lance stanno tutte sul lato sinistro. Ho fatto venire i passeggeri dal lato sinistro, sul lato di dritto della nave praticamente» «È successo che di colpo la nave si è inclinata– i vetri si sono rotti perché ho sentito lo scoppio e praticamente aprendo i cancelletti di imbarco, quelli del ponte 3 che stavano ormai a fior d’acqua, abbiamo mandato a terra le lance facendo servizio tenda e spola, fra la terra e la nave. Un ufficiale mi ha detto: “Comandà, ci sono altre 200 persone hanno fatto una corda umana, perché la nave sbandava sempre li abbiamo fatti venire sul lato dritto della nave”».

Poi Schettino dice di essersi  «trovato con la nave praticamente addosso, perché la nave è alta 50 metri, allora mi sono trovato col ponte lance praticamente immerso di acqua e con i lanci delle gru che si stavano praticamente schiacciando e non riuscivano a uscire».

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close