Medit...errando

Nuoro: un lungo week end con Binu, concorso enologico nazionale

 Nuoro: un lungo week end con Binu, concorso enologico nazionale Binu è il primo concorso enologico nazionale che si terrà a Nuoro dal primo al tre giugno. Binu, vuole promuovere i prodotti enogastronomici della Sardegna e far conoscere le sue produzioni anche oltre i confini regionali.

Il 1 giugno, la  prima giornata del concorso inizia alle 17.00 con l’inaugurazione, seguita da degustazioni di cibo e vino. A seguire un laboratorio per bambini, anteprima Nuoro Jazz e Versi Divini con Giovanni Carrone e Franco Persico. La serata si conclude con degustazioni guidate da Slowfood e AIS.

Sabato 2 giugno, l’organizzazione nazionale assaggiatori di vino patrocina il congresso “il vino e le donne”. In seguito si tiene il concorso e la premiazione dei vincitori. Nel pomeriggio degustazioni e proiezione del film “Mondovino”, incontro col registra J. Nossiter e degustazioni guidate.

Domenica 3, degustazioni di cibo e vino, avvincente spettacolo Armonia di vino e musica con Giovanni Murgia e altre degustazioni guidate.

Tutte gli appuntamenti si tengono presso il Museo etnografico Sardo di Nuoro. Per ulteriori informazioni si può contattare il numero di telefono: 0784242545-01

Il concorso enologico Binu si svolge a Nuoro, piccola capitale della Barbagia. La città sorge su un altopiano ed è circondata da una natura selvaggia e dal Monte Ortobene. Questo monte è ricco di flora locale e di una vegetazione che nonostante l’intervento dell’uomo conserva un grande fascino.


Nuoro è ricca di luoghi culturali da visitare come l’importante Museo d’arte MAN che espone una ricca collezione di opere sarde e svariate mostre temporanee e il Museo Deleddiano collocato nella casa natale della scrittrice. Un apporto fondamentale per lo studio dell’archeologia viene dal Museo archeologico nazionale, che spazia dal neolitico al medioevo.

La città è ricca di chiese come quella di Santa Maria delle Grazie e di San Salvatore entrambe erette nel 1600. La Cattedrale è dedicata a Santa Maria della Neve e al suo interno sono conservate alcune tele di Giovanni Ciusa Romagna.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close