Italia

Giovanni Vantaggiato è in stato di fermo. Voleva colpire il Tribunale di Brindisi?

Brindisi: primi interrogatori in Questura.Le videocamere del Panino dei DesideriGiovanni Vantaggiato è in carcere, per ora le agenzie di stampa riportano il suo arresto e la sua detenzione presso  ‘borgo San Nicola’  carcere di Lecce.

Giovanni Vantaggiato, avrebbe confessato le sue responsabilita’ per la strage all’Istituto Professionale ‘Morvillo Falcone’.
Vantaggiato, 68 anni,  imprenditore di Copertino (Le) ha  un’avviata rivendita di combustibili agricoli e gas a Copertino. Dopoquasi 10 ore di interrogatorio l’uomo ha ammesso le sue responsabilita’ . A lui gli investigatori sono arrivati attraverso indagini ‘tradizionali’ e anche grazie anche ai filmati delle telecamere di sicurezza della zona dell’attentato. Così dichiara la Questura di Lecce.

Sembra siano stati incrociati dati relativi ai fotogrammi ripresi dalle telecamere del chiosco il Panino dei Desideri, oltre  i filmati del passaggio nella zona della scuola di due vetture riconducibili a Vantaggiato, nei minuti precedenti l’esplosione.

  L’imprenditore,  l’interrogatorio avrebbe alternato momenti di lucidita’ ad altri di smarrimento, avrebbe ammesso di aver fatto tutto da solo, di aver costruito la bomba da solo, e che l’attentato doveva essere un gesto dimostrativo contro il Tribunale di Brindisi, situato alle spalle dell’Istituto Professionale ‘Morvillo Falcone’ per un torto subito, forse una truffa da 300mila euro.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close