Un mare di ricette

L’italiano al mare predilige il cestino da pic nic fai da te

L'italiano al mare predilige il cestino da pic nic fai da te Estate tempo di piatti leggeri, in spiaggia o in pineta gli italiani prediligono portarsi il classico cesto da pic nic.

Effetto crisi? Sarà!
La Coldiretti stila una interessante classifica dei cibi, e, seguendo i link, cliccandoci sopra, potrete trovare le ricette elaborate da alcune nostre amiche.

La Coldiretti, con un sondaggio sul campo ha scoperto che nel cesto del pic nic estivo finiscono in quantità  classici panini ma anche l’insalata di riso, le frittate, la caprese, le paste fredde, la cotoletta e il tradizionale prosciutto e melone, il tutto con una abbondante razione di frutta.

In genere poi anche in vacanza si prediligono i mercatini e la campagna natura amica infatti anche di estate sarà attivissima fornendo al consumatore un prezzo migliore senza intermediazioni prodotti freschi di largo consumo ma anche specialita’ tipiche del territorio particolarmente richieste in vacanza.

C’è poi chi sceglie di prediligere un ristorante magari a prezzo economico, la Coldiretti avverte di stare attenti al menu  acchiappaturisti che si moltiplicano lungo tutta la penisola.
Il rischio “tarocco” riguarda tutte le localita’ piu’ turistiche dove e’ bene tenersi alla larga – precisa la Coldiretti – dai ristoranti che offrono ricette “violentate” come la cotoletta alla milanese preparata con carne di pollo o maiale, fritta nell’olio di semi al posto della carne di vitello fritta nel burro e fuggire rapidamente di fronte ad una locanda romana che offre spaghetti alla carbonara con prosciutto cotto al posto del guanciale e formaggio grattugiato al posto del pecorino romano.

Tra i piatti piu’ traditi nella costiera amalfitana ci sono  la tipica caprese servita con formaggio industriale al posto della mozzarella di bufala o del fiordilatte mentre in quella ligure non mancano i casi di pasta al pesto proposta con mandorle, noci o pistacchi al posto dei pinoli e con il formaggio comune che sostituisce l’immancabile parmigiano reggiano e il pecorino romano. Un inganno che colpisce anche la tradizione siciliana con la pasta alla norma preparata spesso con semplice formaggio grattugiato al posto della ricotta salata. Ma tra i falsi culinari piu’ spacciati lungo tutta la penisola durante l’estate figurano anche – conclude la Coldiretti – il tiramisu’ con la panna al posto del mascarpone e gli spaghetti alla bolognese, una invenzione per stranieri completamente sconosciuta nella citta’ emiliana.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close