Italia

Milo: il Cie ad un passo dall’inferno. Procura di Trapani apre inchiesta

Milo: il Cie ad un passo dall'inferno. Procura di Trapani apre inchiestaInchiesta aperta, un atto preliminare così ha detto il procuratore capo di Trapani, Marcello Viola. Una inchiesta che nasce dopo i video pubblicati su La Repubblica di quello che succedeva ai migranti reclusi nel Cie di Milo. Il Procuratore Viola ha anche dichiarato: “Non ci sono indagati ne’ ipotesi di reato  e solo un accertamento naturale, un’indagine conoscitiva” per verificare quanto denunciato nelle immagini.

La vita nel Cie di Milo sembra essere ai margini dell’impossibile, un limbo terreno. Milo, alle porte di Trapani è un luogo non luogo della frontiera Europa.

Migranti picchiati, umiliati, risse sedate in modo improbo, fughe fermate col getto degli idranti e col lancio di lacrimogeni all’interno del cortile. Migranti contusi, feriti, picchiati. Le immagini sono del 2011, a filmarle è un migrante.

Scene di vita ordinaria al Cie, una mensa inesistente, si teme la rivolta, ed allora il cibo lo si mangia per terra.

C’è chi ingerisce pile, chi si taglia e chi si cuce la bocca.

Un inferno.

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close