Scienze e Tecnologia

Terremoto: non è mai prevedibile. Tutta l’Italia è sismica

terremotoIl terremoto non si sa quanto durerà, per ora ci sono molte congetture in campo. La sismicità della pianura Padana resta ancora molto altra. Intanto la vigilanza è elevata specie per quanto riguarda la tenuta alle scosse da parte degli edifici.

Intanto è bene ricordare che i terremoti non si possono prevedere e non è raro che, data l’entità delle scosse sismiche lo sciae continui, ma tute le previsioni che indichino data, ora, luogo non sono attendibili. Infatti anche la  Commissione Grandi Rischi, settore rischio sismico, in un documento presentato al Dipartimento della protezione civile e al Governo, ha nuovamente ribadito che i terremoti non possono essere previsti.

La Commissione ha dichiarato anche che nel caso si riacutizzasse l’attività sismica nell’area già interessata dalla sequenza in corso , essa si concentrerebbe con maggiore probabilità nel settore orientale, nella zona compresa tra Finale Emilia e Ferrara, anche con eventi di magnitudo paragonabili a quelli del 20 e 29 maggio.


Questa interpretazione fa riferimento al fatto che rispetto alla struttura, lunga 45 chilometri, da cui sta avendo origine l’attività sismica in corso, l’evento del 20, di magnitudo 5.9, ha coinvolto la parte centrale, tra Finale Emilia e San Felice sul Panaro, e l’evento del 29, di magnitudo 5.8, è stato causato dalla rottura del settore occidentale, da San Felice al Panaro verso Mirandola. La porzione orientale, da Finale Emilia verso Ferrara, ha registrato invece ad oggi eventi con magnitudo fino a 5.1.
Infine, con riferimento alla possibilità di prevedere terremoti, si ricorda che gran parte del territorio nazionale è caratterizzato da pericolosità sismica e che quindi non si può escludere che in qualsiasi momento possano verificarsi terremoti anche di forte intensità in altre aree del Paese.
Intanto però ancora lievi scosse di terremoto, nella notte, in Emilia. Sono 15 le lievi scosse registrate dall’Ingv nella pianura padana dalla mezzanotte a questa mattina.La piu’ forte, di magnitudo 2.7, e’ stata registrata alle ore 10.27 e i comuni piu’ vicini all’epicentro sono stati quelli di Galliera (Bologna), San Pietro in casale (Bologna), Mirabello (Ferrara), Poggio Renatico (Ferrara), Sant’Agostino (Ferrara).

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close