Medit...errando

Acquascotter free, per ascoltare il vero rumore del mare

mare
Foto proprietà redazione@mediterranews.org copyright

Il rumore del mare è stupendo, ma è bello solo quando si tratta dello sciabordio delle onde, orribile è invece passare una giornata al mare turbata da motoscafi, acquascooter e quanto altor. Un divertimento per pochi che è però capace di rovinare le vacanze rilassanti di tanti.

Nasce proprio in questi giorni la campagna “Mediterraneo da remare” proposta da Fondazione Univerde in collaborazione con Marevivo e il Cts.

La campagna ha come obiettivo quello di stoppare i mezzi a motore nelle località balneari, gli aderenti, ovvero le e quelle strutture turistiche operanti sui litorali marini, lacustri e fluviali che rinunceranno a noleggiare moto d’acqua e metteranno a disposizione dei propri clienti canoe o altre imbarcazioni a remi avviando così la diffusione di lidi, spiagge e villaggi “acquascooter free”.

Non ci sono solo i mezzi rumorosi, ma per godersi lo splendido mare esistono canoa, pedalò, imbarcazioni a vela, windsurf etc…


Ridurre i mezzi rumorosi farà passare giornate migliori a tutti ma in modo particolare alle tartarughe marine e a tanti altri pesci.

Per ora, si tratta della seconda edizione di acquascooter free e attualmente almeno 500 stabilimenti balneari delle MArche hanno aderito e l’organizzazione continua. La prima tappa è prevista a San Benedetto del Tronto con una remata in mare

Per ulteriori informazioni, o semplicemente per iscrivere uno stabilimento alla campagna, ecco i due indirizzi a cui rivolgersi: info@fondazioneuniverde.it o info@sindacatobalneari.it

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close