Italia

Mediterraneo: 15 giorni nell’inferno. 55 imbarcati, un solo supersite

Mediterraneo, ancora strage di uomini. I Caronte del Mediterraneo continuano inesorabilmente i loro traghettamenti e i migranti continuano a perire per raggiungere quell’ambita fortezza Europa a poche miglia di navigazione dall’Africa.

La guerra in Libia è terminata, il regime ufficialmente è perito ma i morti nel cimitero liquido continuano a essere troppi.Morti silenziose. Morti di uomini e donne la cui vita conta poco.

54, un barcone, onde, sole e niente acqua da bere.

A fare la tragica rivelazione è una nota dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) che lo ha appreso dall’unico superstite, un cittadino eritreo.

Dei 55 migranti solo uno se ne sarebbe salvato dopo un viaggio nell’inferno per 15 giorni.

Il giovane sarebbe stato salvato dalla Guardia Costiera tunisina.

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close