Economia

Scuola classe 1952. Cassa Integrazione?

Scuola classe 1952. Cassa Integrazione? Si riparla di cassa integrazione per gli statali che hanno superato i 60 anni di età.

Tra le ipotesi della spending review per fare cassa (almeno 5 miliardi di risparmi) ed evitare di alzare nuovamente la percentuale dell’IVA, ritorna con insistenza la possibilità di applicare la cassa integrazione nei confronti degli statali. La CIG per gli statali si chiama “messa in disponibilità” ed è un istituto normativo da sempre esistente che prevede il collocamento fuori servizio del personale per una durata massima di due anni.


Lo spending rievew sebbene odiatissimo sembra portare un vento di speranza ai lavoratori della scuola.

Infatti anche i dipendenti del ministero della Pubblica Istruzione potrebbe entrare in vigore la Cassa Integrazione.

Ma ci sarebbero dei requisiti da rispettare, ovvero potrebbe entrare in CIG e potrebbe essere un provvedimento  applicato nei confronti di chi si trova a due anni dalla pensione, come, ad esempio i 64enni o coloro che hanno 38 anni di servizio.


Il trattamento economico sarebbe ridotto all’80%.

Ai sindacati la proposta non va bene, per altri esperti del settore poi la CIG è errata perchè ai docenti in CIG si sostituirebbero i precari e non ci sarebbe nessun risparmio  la proposta secondo quanto si apprende non dovrebbe essere applicata agli apicali (dirigenti scolastici e Dsga); difficile, ma non impossibile, che venga applicata al personale Ata.

Restano soltanto gli esuberi presenti per varie classi di concorso in alcune province e il personale in attesa di riconversione, a causa della soppressione di talune classi di concorso.

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close