Italia

Ucraina: Il massacro dei cani continua

Camorra o traffico illegale di cani la strage di MariglianoKiev (30 luglio 2012) – Il massacro dei cani in Ucraina denunciato da radio e televisioni e dai socialnetwork nei mesi scorsi e che ha avuto una fortissima eco nel periodo degli europei di calcio continua.

Sono decine le segnalazioni che giungono da amici ucraini che abitano nella capitale ma anche in altre città ucraine che segnalano che il massacro dei cani randagi continua come prima se non peggio di prima, e che quindi non era affatto un fenomeno legato solamente agli Europei di calcio. Il sistematico massacro dei cani che avviene quotidinamente con metodi barbari (come potete vedere nella foto allegata) per mezzo dei veri e propri Dog Killer, assassini professionisti pagati per liberare le zone dai cani randagi uccidendoli non è affatto terminato. Da qui la nuova denuncia che l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE lancia ai media, ma anche ai socialnetwork per tenere aperta una finestra su questo orrendo massacro che insieme a quello delle perreras in Spagna e ad altre situazioni insostenibili di massacri proditori di cani in altri paesi della comunità europa e limitrofi ( compresi alcuni paesi arabi e del nord Africa anche se di queste situazioni le notizie sono ancora frammentarie) rappresentano una vergogna per tutti noi sulla quale non possiamo tacere.
per info 3478883546-3926552051
ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close