Società

Albenga al Cottalasso4you in mostra Magda Tardon

Magda Tardon
Magda Tardon, foto Almanzi

ALBENGA- È stata la pittrice torinese Magda Tardon ad inaugurare ieri pomeriggio, nel centro storico di Albenga, lo spazio “Cottalasso 4 you” ( che era già stato aperto dall’8 giugno dal Circolo Artistico-Culturale garlendese “Amici nell’Arte” per far conoscere le proprie attività ed iniziative). La Tardon è nipote del celebre e compianto artista e promoter Almerico Tomaselli che tanto ha fatto per decenni per far conoscere l’arte piemontese al Sud ( celebri negli anni Cinquanta e Sessanta furono le sue tante collettive ” Pittori piemontesi in Costiera Amalfitana” organizzate sempre in maniera impeccabile ad Amalfi). Proprio parlando del ricordo del celebre Tomaselli, è iniziato l’ incontro con Magda Tardon: ” Ho frequentato per anni il suo studio- dice l’artista- ed ho anche partecipato ad alcune di quelle famose collettive piemontesi al Sud. Tomaselli mi ha insegnato molto ed agli inizi della mia carriera artistica mi ha anche molto motivato”. La Tardon, che ad Albenga espone una sessantina di opere, ha al suo attivo decine di personali e collettive. L’ esordio avvenne a Torino alla Galleria Fogliato nel 1973. ” Dopo tanti anni – dice l’ artista – mantengo lo stesso entusiasmo degli inizi, anche se nel frattempo prima di dedicarmi completamente all’ arte, ho messo su famiglia, ho lavorato. Ora sono tornata con piacere a dedicarmi a tempo pieno alla mia passione e mi sono ricordata di Alassio dove venivo a trascorre le vacanze da ragazza. Ho conosciuto l’ associazione Amici nell’arte, le sue tante iniziative ed ora ne sono diventata socia”. Nata a Torino nel 1948, si è laureata in Letterature Straniere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Dopo aver iniziato la sua formazione artistica presso lo studio dello zio, il pittore Almerico Tomaselli, in seguito si è perfezionata nella tecnica dell’acquerello con il pittore Guido Bertello. Ha frequentato la famosa Accademia Albertina di Torino e, presso il Centro Internazionale di Grafica di Venezia, i corsi di tecniche tradizionali e sperimentali di incisione. Sue opere sono presenti alla Pinacoteca della Regione Qalybiya al Cairo ed alla biblioteca di Alessandria d’Egitto.
Si divide tra Torino ed Alassio: in entrambe le città ha infatti uno studio dove lavora alla perenne ricerca di nuove soluzioni pittoriche. La pittrice torinese è molto apprezzata nel panorama artistico piemontese, nel quale partecipa ad importanti mostre ed eventi. Ad Albenga la famosa acquerellista propone una serie di pezzi dal titolo “Nel segno del rosso”.  Si tratta di acquerelli ispirati al tema del “giardino”, con una nota dominante sul rosso. La Tardon è anche impegnata nel volontariato: si occupa attivamente del movimento ” Decrescita felice” di Torino che sostiene la necessità di tornare a vivere rispettando i ritmi della natura: ” I temi della natura e dell’ecologia – conclude l’ artista piemontese- sono stati tra i miei preferiti sin dagli anni Settanta, con quadri di denuncia sulle discariche abusive e su tutti quegli interventi dell’uomo che portano come diretta conseguenza la distruzione dell’immensa bellezza del creato”. Le opere della Tardon potranno essere ammirate, nel suggestivo spazio ingauno, fino al 23 agosto 2012 con il seguente orario: tutti i giorni dalle ore 18 alle 23.
CLAUDIO ALMANZI

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close