Italia

Sposa bambina di 13 anni Violentata, segregata e torturata

Una storia che và certamente al di là di quanto può essere cultura e usi di un popolo. Una storia di violenza inaudita. Succede a Marghera, dove nelle settimane scorse era stata segnalata da alcuni cittadini una ragazzina, di 13 anni, che chiedeva aiuto e con il volto completamente tumefatto, con bruciture alle gambe e diverse ferite.

La ragazzina, agli agenti della squadra mobile, ha  raccontato di essere stata venduta, per 3000 euro, in Macedonia dalla propria famiglia ad un’altra del suo paese, ma residente a Venezia, come promessa sposa per il loro figlio 17enne. Una volta arrivata in Italia in compagnia della futura suocera, la 13enne ha tentato di ribellarsi. Sono così cominciate sevizie di ogni genere: violentata, segregata e torturata con un filo elettrico. 

La ragazza ora è ricoverata con prognosi di un mese. Mentre, la poliziai ha eseguito un provvedimento di fermo nei confronti della madre del giovane fuggita ma rintracciata  a Napoli. Madre e figlio sono accusati di violenza sessuale aggravata ai danni di minore, maltrattamenti aggravati, lesioni aggravate.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close