Economia

Cagliari: 14 settembre sciopero e sit in dei lavoratori del servizio portierato e servizi esecutivi immobili Università di Cagliari

Riceviamo e pubblichiamo una nota che ha come firmatari le segreterie cagliaritane di Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs Uil, Uiltrasporti, Uil.
Al Magnifico Rettore
Università di Cagliari
Alla Cooperativa Leader
Service
Alla Cooperativa SFL
Al Signor Questore di Cagliari
Oggetto: Appalto servizio portierato e servizi esecutivi immobili Università di Cagliari.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali con diverse comunicazioni hanno portato all’attenzione della Università di Cagliari, sia direttamente alla Sua persona che ai vari funzionari preposti all’appalto in oggetto le proprie posizioni in contrasto con l’aggiudicazione avvenuta alle imprese che attualmente gestiscono il servizio.
Nello specifico si ribadisce come i servizi esecutivi sono stati assegnati ad una impresa che applica un CCNL non stipulato dalle “parti sociali comparativamente maggiormente rappresentative” come previsto dalle vigenti norme di legge in materia di pubblici
appalti.
Il Bando di gara prevedeva infatti che i servizi esecutivi venissero qualificati tramite l’applicazione del CCNL Servizi Integrati e Multiservizi con inquadramento al 2° livello, detta dicitura ed inquadramento si riscontrano solo nel CCNL che stipulano CGIL,CISL e UIL unitamente alle parti datoriali LegaCoop, ConfCooperative e AGCI, mentre il contratto applicato all’interno dell’appalto è il CCNL sottoscritto da UNCI come parte datoriale e Confsal come parte Sindacale, pertanto non da CGIL,CISL e UIL.


Malgrado le varie comunicazioni e le trattative avviate con le affidatarie del servizio, per le quali non è in discussione invece il CCNL applicato per il servizio di puro portierato, non si è ancora avuto da parte della committente un segnale di attenzione verso quanto segnalato che sta causando all’interno dell’appalto fortissime tensioni causate in primo luogo dal differente trattamento economico, considerevolmente inferiore a quello invece previsto se si fosse rispettato il CCNL previsto anche direttamente nel capitolato d’appalto.
Per le ragioni di cui sopra le OO.SS. si vedono costrette loro malgrado a proclamare lo stato di agitazione con decorrenza immediata e una giornata di sciopero di tutto il personale impegnato nell’appalto, per ogni turno di lavoro, il giorno 14.09 p.v. ed un sit in dei
lavoratori presso il Rettorato sempre per lo stesso giorno con presidio dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close