Italia

Giornata dell’orgoglio dei gatti randagi e di strada

Roma (22 Settembre 2012) – Quest’anno il 17 novembre non sarà solo il gatto nero day, ma a questa ricorrenza arrivata ormai al settimo anno, si affianca il la prima “Giornata dell’orgoglio dei gatti randagi e di strada”.


La manifestazione principale organizzata da AIDAA quest’anno si svolgerà a Brindisi sotto l’attenta regia della vicepresidente nazionale di AIDAA Antonella Brunetti (il programma definitivo verrà distribuito alla stampa nelle prossime settimane).

Quest’anno AIDAA alla battaglia per la tutela dei gatti neri ha voluto affiancare anche la battaglia per la tutela dei gatti randagi e di strada. In Italia sono circa un milione i gatti randagi che vivono per strada e nelle colonie feline, purtroppo cresce il numero dei gatti investiti ed uccisi in incidenti stradali che si aggirano attorno a circa 10.000 l’anno (e nonostate l’obbligo nessuno si ferma a soccorrerli), e sono in forte aumento i gatti torturati e seviziati specialmente da ragazzi ed adolescenti (lo scorso anno sono state diverse centinaia le denuncie e le segnalazioni di gatti seviziati) con ultimo caso quello di un gatto crocifisso e poi usato come bersaglio vivente in Sicilia. Da qui la necessità secondo l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA di affiancare la giornata di tutela del gatto nero, con quello che rappresenta anche la giornata dell’orgoglio dei gatti randagi di strada. Nel corso della giornata si distribuirà materiale e si raccoglierà cibo per le colonie feline. “Sopratutto- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- la giornata servirà a spiegare i diritti dei gatti randagi, tra i quali moltissimi sono appunto neri, e per ringraziare pubblicamente le migliaia di gattare e gattari che ogni giorno si battono per sfamare e tutelare i gatti randagi anche dalle insofferenze dei condomini dei palazzi nei quali giardini vivono queste meravigliose creature”.

Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente
per info 3478883546-3926552051rpt

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close