Società

“Il mio primo libro di yoga”

Lo yoga è ormai entrato a far parte della cultura occidentale. Sempre più spesso nelle nostre città si aprono nuovi corsi di yoga per ogni fascia d’età e  tra gli scaffali delle librerie possiamo trovare diverse pubblicazioni su questo affascinante mondo che riguarda non solo il corpo ma soprattutto lo spirito.

Oggi vogliamo parlarvi di un nuovo libro “Il mio primo libro di yoga” pubblicato da Edizioni L’Omino Rosso, i cui autori  sono Bettiol Luisa, Cristante Sara, Corazza Matteo. Per presentarvelo abbiamo rivolto alcune domande all‘insegnante di yoga Luisa Bettiol.

Luisa quando e perchè è nato  “Il mio primo libro di yoga”?
Dopo aver conseguito il diploma per l’insegnamento dello yoga ai bambini, abbiamo iniziato a tenere diversi corsi, presso scuole materne ed elementari, da qui l’idea di creare un libretto che fosse adatto a loro, ai più piccoli, capace di mantenere vivo il loro interesse anche a casa, uno strumento divertente per avvicinare più bambini a questa disciplina ed alla sua divulgazione.

Cosa rappresenta per te lo yoga?
Lo yoga è senz’altro una delle discipline antiche tra le più affascinanti, ha radici molto profonde. Con la pratica costante si intraprende un percorso interiore di conoscenza e consapevolezza del proprio corpo, aiuta a sviluppare la mente e nutre lo spirito.

Come mai questa vostra scelta di rivolgere il libro ai bambini?
Riteniamo che sia una buona opportunità per i bambini avvicinarsi al mondo dello yoga in giovane età, fa si che la loro crescita inizi ad essere più consapevole fin da piccoli, imparano ad ascoltare il proprio corpo a conoscere i loro limiti a migliorare la postura, respirare correttamente e dona serenità armonia, allevia i loro stati di tensione, li rende più calmi.

  “Il mio primo libro di yoga” è un testo di facilissima lettura e comprensione e propone anche dei disegni semplici da colorare. L’ edizione economica permette a tutti i bimbi di inoltrarsi in questo mondo affascinante che può accompagnare la vita di un uomo dalla fase prenatale alla vecchiaia.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close