Italia

Camionista rumeno si dà fuoco davanti al Quirinale

Nel primo pomeriggio di oggi un uomo di 55 anni, spinto dalla disperazione, si è dato fuoco davanti al Quirinale, a Roma.

L’aspirante suicida è un camionista di nazionalità rumena, di 55 anni e padre di una bambina, che ha tentato questo estremo gesto perché la ditta per cui lavorava l’aveva licenziato. L’uomo è stato immediatamente trasportato all’ospedale Sant’Eugenio dal personale del 118, dove gli sono state riscontrate  ustioni sul 50% del corpo. Non è però in pericolo di vita.


Prima di tentare il suicidio, il camionista aveva provato a far sentire la sua voce attraverso lo sciopero della fame e recandosi con la famiglia a Strasburgo, alla Corte Europea dei Diritti Umani. Poi con un video ha denunciato i soprusi e il terrorismo psicologico a cui la sua ditta lo sottoponeva da 3 anni.

Due mesi fa un altro disoccupato, Angelo Di Carlo anch’egli cinquantacinquenne, si diede fuoco davanti a Montecitorio per protestare contro il suo stato di precarietà. Anche lui fu soccorso e trasportato al Sant’Eugenio, ma morì dopo otto giorni di coma per le ustioni riportate sull’85% del corpo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close