Italia

Ischia: bombe carta contro la Polizia. Solidarietà del Coisp agli 11 agenti feriti

Giulio CATUOGNO, Segretario Generale Provinciale di Napoli del Co.I.S.P.
iulio CATUOGNO, Segretario Generale Provinciale di Napoli del Co.I.S.P.

E’ accaduto ieri intorno alle 13 a Forio d’ Ischia. Alcuni Agenti della Polizia di Stato, impegnati in un servizio di Ordine Pubblico per permettere l’ esecuzione dell’ordinanza di abbattimento di un villino abusivo di proprietà della madre di un assessore comunale, sono stati oggetto del lancio di ben due bombe carta. Il risultato è che 11 poliziotti sono rimasti feriti anche se, fortunatamente, in maniera
lieve.
I due ordigni pare avessero un potenziale davvero notevole, considerato che la loro deflagrazione è stata udita a diversi centinaia di metri di distanza e l’esplosione abbia lasciato sul terreno due profondi solchi.
“Un fatto aberrante che solo per chissà quale caso fortuito non si è trasformato in una vera e propria strage” afferma Giulio Catuogno, Segretario Generale Provinciale di Napoli del sindacato di Polizia Co.I.S.P. – Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia.
“Certo- continua Catuogno -, la natura del nostro lavoro fa sì che, ogni volta che usciamo di casa, mettiamo in conto l’eventualità di imbatterci in situazioni del genere. Ma il fatto di subire un attacco a suon di bombe per un servizio come quello che stavano svolgendo ieri i colleghi, è un qualcosa che lascia veramente senza parole, in considerazione anche del fatto che le conseguenze potevano essere
veramente ben peggiori” .
“E’ un atto che va fortemente condannato e ci lascia perplessi il constatare che, sino ad ora nessun politico o altro rappresentante della <cosa pubblica> abbia espresso una parola di biasimo nei confronti degli autori del grave gesto”.
“Per ora – conclude Catuogno – esprimiamo partecipazione e vicinanza agli Agenti feriti, nella speranza che tale solidarietà venga rappresentata quanto prima anche da quelle istituzioni che, paradossalmente, quando c’è da“condannare” l’operato delle Forze dell’Ordine, sono sempre le più tempestive.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close