Italia

Isola Capo Rizzuto Parco eolico ‘Pitagora’ Chiusura delle indagini Dodici indagati insieme a Nicola Adamo

eolicoChiuse le indagini della Procura di Catanzaro  nei confronti di 30 indagati, tra cui tre societa’, politici, imprenditori e funzionari della Regione Calabria, coinvolti nell’inchiesta sulla realizzazione di parchi eolici.

Secondo l’accusa sarebbe stata promessa  dalla società Tisol srl, una tangente di 2 milioni e 400 mila euro, per la realizzazione del Parco eolico ‘Pitagora’ di Isola Capo Rizzuto in Calabria. 912 mila euro furono corrisposti da Roberto Baldetti, amministratore della Tisol srl,  società che aveva stipulato con la Erg Cesa Eolica un contratto per lo sviluppo dei parchi eolici in Calabria. Soldi che, secondo i magistrati della dda di Catanzaro, furono versati attraverso 11 bonifici bancari alla Piloma di cui era socio Giancarlo D’Agni.

Parte di quei 912 mila euro  sarebbe andata a Nicola Adamo, esponente di spicco del Pd calabrese, all’epoca vicepresidente della giunta regionale della Calabria . Insieme ad Adamo sarebbero dodici gli indagati tra funzionari della Regione e imprenditori,  accusate a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, abuso d’ufficio e minaccia.

Chiesta l’archiviazione per altre 17 persone, tra cui l’ex governatore della Calabria Agazio Loiero, l’ex leader del Psdi Renaro D’Andria, l’ex assessore regionale all’ambiente Diego Tommasi, l’imprenditrice Enza Bruno Bossio, moglie di Adamo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close