Economia

Marceddu, IDV: le donne sarde devono unirsi contro il taglio dei fondi per i centri antiviolenza

MARCEDDU, IDV: LE DONNE SARDE SI UNISCANO CONTRO IL TAGLIO DEI FONDI ANTIVIOLENZA«I centri di accoglienza sono una grande opportunità per le donne e bambini che decidono di allontanarsi dalla violenza che subiscono quotidianamente. Non permettiamo che anche questo Governo sottragga i fondi necessari ai centri antiviolenza aderenti alla Rete Nazionale». Lo afferma la responsabile regionale Donne dell’Italia di valori Maria Franca Marceddu che invita le donne sarde a unirsi contro la violenza verso le donne e i bambini e firmare in massa la petizione online “No al taglio dei fondi contro la violenza”. «Chiediamo che il Governo italiano ratifichi la convenzione del Consiglio d’Europa firmata a Istanbul che vincola i paesi europei a prendere iniziative importanti e serie per contrastare la violenza contro le donne. La prima causa di morte per noi donne è il femminicidio – conclude Marceddu -. Questa sarà una battaglia importante per l’Italia dei Valori».

Di seguito il testo della petizione online, reperibile sul sito http://www.petizionepubblica.it/?pi=P2012N25332
Caro/a

Per favore aiutaci a divulgare la Petizione «NO AL TAGLIO DEI FONDI CONTRO LA VIOLENZA». Il miglior modo per farlo è informare i tuoi amici riguardo alla sua esistenza.

Invia rapidamente un’e-mail ai tuoi amici.

In basso troverai un testo da copiare e incollare nel corpo del tuo messaggio e-mail, per aiutare a divulgare la petizione «NO AL TAGLIO DEI FONDI CONTRO LA VIOLENZA»:

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close