Italia

Avvisi di garanzia e sequestro per il porto turistico di Fiumicino

In queste ore  finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno sequestrando l’intera area del cantiere del porto turistico di Fiumicino, in corso di realizzazione, che si estende su una superficie di oltre un ettaro. 


I sigilli all’approdo firmato Francesco Bellavista Caltagirone sono scattati intorno alle 7 del 18 novembre.

Secondo quanto fa sapere la guardia di finanza di Roma, le prime opere realizzate in quello che è destinato a diventare uno dei porti turistici più importanti del Mar Mediterraneo con un costo stimato di circa 400 milioni di euro, presenterebbero carenze strutturali così gravi da far temere per la stabilità e la sicurezza.

 Sette sono gli avvisi di garanzia notificati nei confronti di altrettante persone, nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, per il reato di frode nelle pubbliche forniture. L’imprenditore Bellavista Caltagirone era stato arrestato nel marzo scorso per truffa aggravata ai danni dello Stato per il porto di Imperia.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close