EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cagliari: approvata l’adesione al Patto dei Sindaci

 Cagliari: i consiglieri Secchi e Dore, IDV, scrivono al sindaco Massimo ZeddaCagliari, approvata in Consiglio Comunale, su proposta dell’Assessore Pierluigi Leo, la delibera che prevede l’adesione del Comune di Cagliari al Patto dei Sindaci.

Ferdinando Secchi, primo firmatario dell’odg approvato a giugno che impegnava il Sindaco ad aderire, ha dichiarato che nella classifica “ICity rate” realizzata dal Forum PA Cagliari si è piazzata al 43esimo posto, prima fra le città del sud Italia, nella classifica che ha esaminato 103 capoluoghi di provincia per capire quali fossero le città italiane più “smart”, dunque più vicine ai bisogni dei cittadini e questo riconoscimento è avvenuto senza aver ancora aderito al patto dei Sindaci. La delibera approvata oggi sarà per la nostra città una importante opportunità di crescita economica per cercare di ottenere maggiori risorse finanziarie dall’Unione Europea. Secchi conclude citando alcuni degli strumenti finanziari che si possono ottenere aderendo al Patto: Elena che fornisce sovvenzioni per l’assistenza tecnica e MLEI (consente di realizzare progetti piccoli/medi che prevedano una mobilitazione finanziaria locale), ma non solo si potrà accedere facilmente ai fondi con grandi risorse disponibili tipo Elena, Jessica, Jaspers a quelli nazionali come il Fondo di rotazione Kyoto, a quelli regionali come pure possibili partenariati pubblico-privato ed una volta entrati nel gruppo, l’Ufficio del Patto dei Sindaci di Bruxelles ci introdurrà alle best practices sull’uso dei fondi strutturali nell’ambito del Patto dei Sindaci. In questi anni di transizione prima dei nuovi fondi 2014-2020 avremo un certo numero di opportunità da cogliere come il potenziamento di una serie di finanziamenti comunitari legati alle questioni ambientali come l’acqua o lo sviluppo sostenibile. Consumando meno, riducendo l’uso di materie prime aumentando il riciclaggio dei rifiuti: la nostra salute e il futuro dei nostri figli sono in gioco.

Il Presidente della Commissione servizi tecnologici Fabrizio Marcello ringraziando tutti i membri della Commissione che in mattinata avevano approvato all’unanimità la delibera ha sottolineato l’importanza dell’adesione al Patto a cui hanno già aderito più di 4.416 enti locali europei che raggruppano oltre 170 milioni di abitanti, di cui 2.140 sindaci italiani e 186 in Sardegna. Da oggi potremmo condividere gli obiettivi europei con gli altri enti locali che ci hanno preceduto stilando un Paes innapuntabile, individuando i target di riduzione di CO2 al 2020, compilando un inventario delle emissioni nell’anno base per settori di competenza (edifici, strutture, industrie locali e trasporto) ed elencando le azioni. Sulla metodologia da seguire dovremmo essere bravi a coinvolgere il settore pubblico e privato, favorire la partecipazione degli stakeholder locali e dei cittadini e approvare il PAES in Consiglio comunale entro un anno da oggi. Da adesso e sino al 2014 conclude Fabrizio Marcello dovremmo fare di tutto per rincorrere quei finanziamenti destinati al risparmio energetico degli edifici scolastici, nei trasporti pubblici puliti e di altri progetti di questo tipo. Questo tipo di investimenti, garantiranno un risparmio nelle nostre finanze, la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro e per ultimo, ma argomento non meno importante, preservazione del nostro clima e ambiente.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION