Scienze e Tecnologia

Da Curiosity: similitudine fra il suolo di Marte e quello delle Hawaii

Continua il lavoro di Curiosity, il rover della Nasa atterrato nell’agosto scorso sul suolo di Marte. Gli ultimi dati raccolti nel cratere Gale, mostrano una similitudine di composizione tra il terreno marziano e quello delle Hawaii. La sabbia, di cui Marte è ricoperto, è basaltica e rossa, come ci si aspettava, anche se molto della colorazione è dovuta alla luce del Sole filtrata dall’atmosfera marziana e ha alcune caratteristiche in comune con quelle che si trovano in due luoghi della Terra: alle pendici del vulcano Mauna Kea, nelle Hawaii e nella valle di Cuatro Cienegas in Messico.


Lo strumento che ha permesso la scoperta è un analizzatore chimico fisico chiamato CheMin (Chemistry and Mineralogy). Questi illumina, con i raggi X, i campioni di suolo prelevati dalla paletta robotizzata di Curiosity. Da come reagiscono i materiali campione alla radiazione è possibile capirne la composizione. Questa tecnica d’indagine, usata molto sulla Terra, è chiamata spettrometria, ma è la prima volta che viene usata su un altro pianeta. Gli scienziati utilizzeranno le informazioni sui minerali del pianeta rosso per capire se su di esso può essere stata preservata la vita microbiologica.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close