EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Diritto di famiglia Figli naturali equiparati a quelli legittimi

Importante riforma del diritto di famiglia in Italia: la Camera dei Deputati ha approvato  la proposta di legge sui diritti dei figli naturali. Essendo il testo  in terza lettura e non è stato modificato dalla Camera, esso diventa legge. Il Ddl sul riconoscimento dei figli naturali è  stato approvato  con 366 voti a favore, 31 contrari e 598 astenuti.


Il testo modifica il Codice civile nella definizione di parentela e  stabilisce che «la parentela è il vincolo tra le persone che discendono da uno stesso stipite, sia nel caso in cui la filiazione è avvenuta all’interno del matrimonio, sia nel caso in cui è avvenuta al di fuori di esso, sia nel caso in cui il figlio è adottivo,  escludendo solo i casi di adozione di maggiorenni. Riconoscibili anche i figli nati da unioni di fatto tra persone già sposate in passato.

Il figlio ha diritto di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacità, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni. Ha inoltre il diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti. Il figlio minore (che ha compiuto gli anni dodici, e anche di età inferiore ove capace di discernimento) ha diritto di essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano. In tutti gli articoli del Codice le parole ‘figli legittimì e ‘figli naturalì sono sostituite semplicemente da “figli”.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com