Salute

Il Super-Cibo che ti farà vivere meglio: il potere della Dieta Mediterranea

Il Super-Cibo che ti farà vivere meglio: il potere della Dieta MediterraneaE’ ormai risaputo che la “nostra” dieta mediterranea è la migliore al mondo per mantenersi in salute e vivere meglio, oggi abbiamo un motivo in più per celebrare questo modo sano di mangiare.

Recentemente sono stati pubblicati sull’American Journal of Clinical Nutrition [1] i risultati di un nuovo studio denominato “European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition” (Studio prospettico sul cancro e nutrizione).

I ricercatori dell’ Istituto Catalano di Oncologia di Barcellona (Spagna) hanno condotto un ricerca su 40.622 persone di età compresa tra 29-69, dove hanno seguito le loro abitudini alimentari  per più di 13 anni per determinare quali fattori alimentari riducono il rischio di morte prematura quale il cancro, le malattie cardiovascolari o altra causa di morte.


Gli scienziati hanno scoperto che i soggetti  che consumano in quantità maggiore l’olio extra vergine di oliva hanno il 26% in meno di probabilità di morire di morte prematura e addirittura il 44% in meno di probabilità di morire per malattie cardiache rispetto agli individui che consumano meno olio di oliva.

Nel dettaglio i ricercatori hanno constatato che per ogni 10 grammi di olio d’oliva consumato c’è un 7% di diminuzione del rischio di morte e un 13% di diminuzione del rischio di morire di malattie cardiache.

In poche parole, più olio di oliva si consuma e minore è la probabilità di morte prematura.

L’ olio di oliva è ricco di acidi grassi monoinsaturi, in particolare l’acido oleico. Recenti studi hanno dimostrato che questo acido grasso riduce i livelli di colesterolo e normalizza la pressione arteriosa alta.  L’olio d’oliva contiene la vitamina E e molti fitonutrienti che svolgono un ruolo importante nella protezione contro le malattie croniche, tra cui le malattie cardiache.

Quale olio di oliva scegliere?


Sicuramente bisogna controllare bene l’etichetta e scegliere un olio la cui provenienza sia “locale”. La legge europea purtroppo permette la commercializzazione di oli extra-comunitari con marchi a denominazione italiana.

Bisogna invece scegliere un olio in cui sia ben specificato in etichetta “100% Italiano”. Inoltre bisogna accertarsi che sia “Extra Vergine” e che sia stato ricavato da spremitura a freddo (purtroppo tutti gli oli di origine vegetale se sottoposti ad elevate temperature posso portare alla formazione di acrilamide, una sostanza cancerogena).

E’ opportuno considerare che, durante la cottura con olio d’oliva, bisogna evitare che quest’ultimo mantenga una temperatura elevata ed evitare che cominci a fumare. Il punto di fumo è il punto in cui la struttura molecolare dell’olio varia e non è più salubre.

In cucina l’olio di oliva è un ottimo sostituto di cibi più grassi come il burro o il lardo ed è un ottimo condimento per insalate. Basta usare due parti di olio d’oliva per una parte di succo di limone o aceto, aggiungere alcune erbe aromatiche, un cucchiaino di miele, un po’ di sale marino integrale e un cucchiaino di senape per avere un condimento semplice e veloce.

Enrico Forte scrive per il blog Mediterranean Book , un blog rivolto alla promozione della dieta Mediterranea nei confronti del pubblico straniero di lingua anglofona. Il sito è gratuito e permette agli utenti di imparare a seguire la dieta Mediterranea attraverso ebooks, news-letters, forum etc.. Per tutti gli appassionati di social network esiste anche una pagina fan su facebook http://www.facebook.com/MediterraneanDietBook


Riferimenti:

[1] Olive oil intake and mortality within the Spanish population (EPIC-Spain), Genevieve Buckland at all., © 2012 American Society for Nutrition, http://ajcn.nutrition.org/content/96/1/142.short?related-urls=yes&legid=ajcn;96/1/142

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close