Scienze e Tecnologia

Le lenti a contatto: cosa sono, come sceglierle

Le lenti a contatto: cosa sono, come sceglierle Le lenti a contatto, indicate anche con l’abbreviazione LAC, sono delle protesi che sostituiscono gli occhiali. Si tratta di sottili lenti in grado di correggere la miopia, la presbiopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia.

Attualmente, queste piccole protesi si adattano a tutti i tipi di occhio e rispondono a qualsiasi tipo di esigenza; infatti, i passi in avanti della scienza e della tecnologia hanno portato alla produzione di lenti a contatto morbide, giornaliere, settimanali, idrogel, rigide e via di seguito.

In particolare, soprattutto negli ultimi anni si sono affermate le lenti a contatto cosmetiche; si tratta di protesi colorate che vengono utilizzate per modificare il colore dei propri occhi. Inoltre, sul mercato se ne trovano di tutti i tipi ed adatte anche a travestimenti in maschera.

Le lenti a contatto sono applicate direttamente sulla cornea e possono essere utilizzate dopo una visita oculistica. L’oculista deve valutare che l’occhio sia in perfetta salute e che non ci siano problemi di incompatibilità.

Secondo le proprie esigenze si può optare per lenti giornaliere, settimanali o mensili; quelle giornaliere sono considerate fra le più comode perché non necessitano di manutenzione, visto che vengono gettate dopo l’uso.

Applicare e rimuovere le lenti e un’operazione facile che però deve essere svolta rispettando un’accurata igiene; infatti, prima di toccare le lenti a contatto è indispensabile lavare con il sapone le mani asciugandole bene. In genere, le lenti a contatto non provocano problemi e fastidi, sempre a patto che si mantenga un’adeguata igiene e che le lenti siano conservata in maniera adeguata. Per alcune situazioni particolari, come nelle giornate ventose, è possibile che gli occhi diano fastidio e sia utile utilizzare un collirio o delle lacrime artificiali.

Qualora si dovessero accusare pruriti o bruciori è necessario rimuovere le lenti e rivolgersi all’oculista; i prodotti più moderni consentono di utilizzare le lenti a contatto anche quando si riposa. Invece, se si utilizzano lenti classiche, e non di ultima generazione, è bene levarle prima di andare a dormire e non utilizzarle per troppe ore di seguito. Il consiglio è quello di non indossarle per più di otto-dieci ore di seguito. Inoltre, è importante utilizzare le lenti a contatto entro la data indicata nella confezione e sottoporsi periodicamente al controllo della vista presso un oculista. Infine, è bene sottolineare che non si può utilizzare l’acqua per lavare o umidificare le lenti, che invece hanno bisogno di prodotti specifici che siano in grado di rimuovere germi e batteri.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close