Medit...errando

A Vienna un Capodanno sul Bel Danubio Blu

A Vienna un Capodanno sul Bel Danubio BluCapodanno last minute d’eccellenza a Vienna, la bella  “regina del valzer”.

Vienna,  capitale dell’Austria adagiata sulle rive del fiume più romantico al mondo: il Danubio, tra artisti e musicisti ha visto alternarsi personalità del calibro di  Antonio Vivaldi, Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven, Franz Schubert, gli Strauss e tanti altri ancora.

Re di Capodanno come tutti sanno è da sempère Johann Strauss jr. che in onore del Danubio compose addirittura il suo valzer più celebre riconosciuto come uno fra i più famosi brani di musica classica di tutti i tempi: “An der schönen blauen Donau” (Sul bel Danubio blu). Ma Vienna non è solo arte, Vienna è la città dei bar e dei caffè che specialmente di notte diventano il punto di riferimento di molti giovani.

Vienna non è solo musica ed arte, ma anche e sopratutto dolci, qui nasce la sacher, la famosa torta al cioccolato inventata da Franz Sacher per Klemens von Metternich il 9 luglio del 1832.

Nella bella Vienna tutto è imperdibile ma un passaggio alla reggia della più amata imperatrice deve essere fatto. Proprio a Vienna viveva   Elisabetta di Baviera, Sissi.

Secondo i suggerimenti di TgCom24 a Vienna si deve visitare: la Hofburg, un complesso di diversi edifici, piazze, cortili e giardini costruiti a partire dal 1200 e conclusi nei primi del ‘900 con la edificazione della Neue Burg (ala nuova). Più che un palazzo, una vera e propria città. Un altro edificio degno di nota è sicuramente il Duomo di Santo Stefano, di una bellezza tetra e vivace allo stesso tempo, effetto dato dal contrasto tra i colori scuri della pietra di cui è rivestito e quelli estremamente vivaci dello splendido tetto maiolicato. Per i più estroversi c’è poi tutto il mondo viennese di Hundertwasser, uno tra gli architetti più bizzarri ed eccentrici di tutta Europa.  Poi, nel quartiere Landstrasse dove case asimmetriche, dai colori vivaci e ricche di verde sono riuscite a dar pregio a uno dei quartieri più degradati della città. Qui, tutto ricorda le linee sinuose e imprevedibili della natura: dossi, scale a chiocciola, fontane e ogni elemento architettonico è stato concepito per integrarsi e rendere omaggio al paesaggio naturale. Se invece siete degli appassionati d’arte il vostro luogo ideale è sicuramente il Museo di Belle Arti (Kunsthistorisches Museum) che ospita le collezione di opere d’arte della casa imperiale e la collezione di Bruegel più grande del mondo. Tra le opere presenti: la “Madonna del Prato” di Raffaello, opere di Rubens, Tintoretto Dürer e Tiziano. E per finire un altro luogo pullulante d’arte è il Museo dell’Albertina che espone opere di artisti come Picasso, Klimt, Kokoschka, Goya e Andy Warhol. Particolaremente interessante l’ala dedicata a Rubens e Dürer con il suo straordinario “Leprotto”. Rimarrete stupiti da quanto il dipinto sia vicino al reale…Prima di lasciare Vienna, non dimenticatevi di gustare la famosissima Torta Sacher. Due sono le pasticcerie che si contendono da sempre il primato della Sacher più buona: la pasticeria Demel e il Cafè Sacher. A voi l’arduo giudizio…



Diverse sono le proposte della città per una notte di San Silvestro “con i fiocchi”. Se amate le feste in piazza, il 31 dicembre recatevi nel centro della città che, dalle 14 alle 2 del mattino, è pronta a trasformarsi in un sensazionale party all’aperto. Nella zona del Prater, troverete punti attrezzati per un ghiotto spuntino, concerti pop, rock e di musica classica. Nella Stephansplatz, le migliori scuole di danza di Vienna offrono corsi di valzer. La festa si conclude poi con i tradizionale fuochi d’artificio e con la proiezione, in data 1 gennaio 2013, sui maxischermi di fronte al municipio cittadino del concerto della Vienna Philharmonic. Per i più romantici imperdibili sono il Gran Ballo di Palazzo Hofburg, la serata al Vienna Kursalon, che incanterà con l’Alt Wien salon orchestra e il suo concerto dedicato a Strauss e Mozart e sicuramente il tradizionale Concerto di Capodanno che, dal 1939, si tiene nella sala dorata del Musikverein. Se invece amate le idee un po’ originali ma sempre eleganti e romantiche, il vostro Capodanno non può prescindere da un giro sul simbolo della città, la Ruota Panoramica (Giant Ferris Wheel) che per il 31 dicembre rimarrà aperta dalle 10 alle 2 del mattino seguente.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close